scrivi

Una storia di Pmconsulting

LA TOMBA

61 visualizzazioni

3 minuti

Pubblicato il 11 settembre 2019 in Fantascienza

0

https://youtu.be/Z0doHoSAu-Q


Estasiato come sempre, ammirava per l’ennesima volta la pittura millenaria trovata, insieme a molte altre, nella tomba appena scoperta e, mentre stava distogliendo lo sguardo, un qualcosa colse la sua attenzione, anche se non era riuscito a capire subito cosa fosse….

ora però la vedeva, una impercettibile macchia che il suo occhio allenato, o forse addirittura il suo subconscio, aveva capito non essere sporco, un rilievo, un errore o una macchia nell’esecuzione del disegno…era altro….

Cercò in ogni modo di ingrandirla sul posto con gli strumenti ottici a sua disposizione, che non erano poca cosa visto il livello tecnico, scientifico e professionale suo e dell’organizzazione, ma senza risultato, rimaneva ancora una cosa troppo poco definita, dannazione doveva staccare il frammento per portarlo nei laboratori, e chi convinceva le autorità locali e la direzione?...

La cosa più difficile sarebbe stata convincere la sua splendida collega che a sua volta magari avrebbe avuto meno difficoltà a convincere chi di dovere, era inutile negarlo, in quell’ambiente le cose andavano così….

ma in effetti fu meno problematico del previsto quando gli venne l’idea di prospettare a una biologa genetista che magari potevano essere tracce organiche, e magari anche ben conservate nelle sigillate profondità della tomba….

Ci riuscirono e, una volta organizzato il tutto, il frammento incriminato fu sottoposto a esami visivi sempre più dettagliati, in realtà lui non ci capiva molto delle procedure e dei macchinari, di solito quando lo avvisavano andava a prendersi i risultati se e quando erano di suo interesse….

Delegò quindi la bella collega a seguire l’iter conoscitivo aspettando sui notizie sui risultati finali, e quindi non si scompose più di tanto quando lei lo chiamò….quello che lo lascio in uno stato psicofisico spaventosamente indefinibile fu quello che sentì dire in tono assolutamente allucinato dalla collega:

“....E’ UN TESTO SCRITTO SU UN SUPPORTO MICROSCOPICO INCISO CON IL LASER !!!!! “


Non avevano dettagli storici molto definiti sulla civiltà umana che li aveva preceduti, in effetti la consideravano una malaugurata parentesi nell’evoluzione della vita verso l’intelligenza, che aveva portato il pianeta a uno stato pietoso con il rischio di un’estinzione di massa, e, considerato che loro sapevano di essere una delle prime forme di vita del pianeta e quella che in definitiva si era meglio differenziata sia quantitativamente che qualitativamente, il fatto che fossero arrivati in tempi più lunghi e in modo più differenziato a un livello più alto di intelligenza e civiltà…

bè non lo trovavano poi così strano…

anche se poi in definitiva la loro specie aveva lentamente ma inevitabilmente eliminato le diverse forme peculiari della classe animale a cui appartenevano, sopravvissute con poche altre forme animali e vegetali all’era umana, e rimanendone l’unica rappresentate….

e con ovviamente in rapporto alle loro dimensioni una enorme quantità di risorse a disposizione per svilupparsi ed evolversi…

E ciò avevano fatto, raggiungendo uno sviluppo tecnico scientifico sconosciuto sul pianeta fino a quel momento, pensava Zac Min, ma come al solito scienziati e tecnici erano convinti di poter prevedere qualsiasi cosa, però ora erano loro che, atterrati con l’astronave spazio temporale nel passato remoto, dovevano cavarsela in quell’ambiente ricco di forme di vita gigantesche, mentre quelle alla loro portata avevano un’intelligenza assolutamente mancate o molto primitiva (avevano scoperto che gli esseri intelligenti di quel tempo li definivano “insetti”)….

Comunque qualcosa avevano sbagliato anche nel mascheramento molecolare, se per evitare di essere eliminati avevano dovuto rifugiarsi in un anfratto ed erano precipitati in una caverna buia e umida, che poi avevano identificato come un luogo di sepoltura della specie intelligente del tempo….

La nave era irrimediabilmente danneggiata, esaurite tutte le scorte e le risorse, prima di soccombere decisero di lasciate un messaggio sulla pietra….

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×