scrivi

Una storia di Adaclaudia

Il basilisco di Malesco

97 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 29 aprile 2021 in Fantasy

Tags: #leggenda #Malesco #Valle-Vigezzo

0





Il basilisco, animale di fantasia o terribile realtà?

Dove cercarlo, come trovarlo?

Per i coraggiosi queste sono le indicazione e gli avvertimenti dei pericoli cui potrebbero andare incontro.

Nel fitto bosco del monte Group c’è la sua casa dove forse si rintana, dopo aver terrorizzato chi si avventura fra quelle montagne.

Se la curiosità ti spingerà a cercarlo stai attento alle sue potenti capacità di ipnotizzare i malcapitati viandanti.

Si dice l’abbia visto anche un prete che per fortuna è sfuggito allo sputo che ti corrode dopo che ti ha raggiunto con uno dei suoi lunghissimi balzi.

Gli scettici sono molti, ma a volte le leggende nascondono una qualche verità e poi anche Plinio il Vecchio ne ha parlato nella sua “Naturalis Historia”.

A suo dire si tratterebbe di un piccolo serpente che non striscia ma avanza con il corpo eretto.

Egli può uccidere con lo sguardo, capace di spaccare le pietre; il suo sputo brucia e corrode mentre l’alito avvizzisce la frutta.

L’unico modo per ucciderlo sarebbe buttare una donnola nella sua tana così che lo uccida con il suo odore; la donnola sarà sacrificata ma tu avrai il tuo trofeo.

Una credenza medievale vuole che uno specchio, in cui si riflette, porterebbe il rettile alla morte.

Nel 1723 Johann Jakob Scheuchzer ,medico e naturalista di Zurigo, pubblicò un libro intitolato "Itinerari nella regione alpina svizzera (Viaggio attraverso le Alpi svizzere)", in cui si trova un capitolo interamente







consacrato ai dragoni.

Scheuchzer riporta un inventario con tutte le testimonianze di coloro che raccontano di essersi imbattuti in questi inquietanti animali alpini. Egli prende molto seriamente i racconti, le prove e la credibilità dei testimoni e descrive i mostri con particolare dettaglio.













I nomi dati dal popolo a quella creatura sono:


Sarpent da la cresta

Serpente con la cresta


Sarpent dagli ugiai

Serpente con gli occhiali


Sarpent gatt

Serpente gatto


Se sei armato di spirito d’avventura unito alla prudenza potrai facilmente organizzare un incontro alternativo a tu per tu con la bestia.

Tranquillo che non verrai pietrificato perchè quello di pietra è lui, esposto da qualche anno nella piazza di Malesco a disposizione di turisti e paesani.

Ora è un dipendente comunale, addetto a sorvegliare la fontana tenendo a bada i turisti che a volte ne fanno ”pensc che Bertoldo” (peggio di Bertoldo= cose da non fare, ma che si fanno a profusione).

Sic transit gloria mundi.

Da terrore del popolo a fontaniere ,che un po’ se ne risente, ma non lo da a vedere.



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×