scrivi

Una storia di MarianoSalina

Questa storia è presente nel magazine Naturalmente farlo.

Cavalli

esseri meravigliosi compagni di vita dell'uomo

132 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 23 febbraio 2019 in Avventura

Tags: #animali #avventura #cavalli #pensieri #racconti

0

E' un mattino merviglioso, quelli che di solito si vedono nei film, dove il protagonista principale ha appena sconfitto il male e vede il futuro del bene osservando l'infinito, riuscendo addirittura a guardare contro il sole che nasce. Scendo la scala che dal piano superiore porta dentro la mia stalla, lì ad attendermi c'era come sempre il mio eroe a quattro zampe.

Lo sello.

Gli parlo, lo saluto, lo accarezzo perchè lui ne ha bisogno come ne avrei bisogno anche io, mi guarda, sembra voglia dirmi qualcosa ma non credo che possa farlo, magari nelle favole o in qualche storiella cantata da qualche bardo sperduto in qualche regione inventata.

la sella
la sella

Siamo pronti. Dopo tutti i nostri rituali fantastici ripetuti all'infinito ogni volta decidiamo di uscire. L'aria è fresca, limpida, fa piacere sentirla addosso e da quanto è asciutta mi fa sentire la sensazione di essere più snello e filiforme. Il suo respiro è lento, abbiamo appena cominciato la passeggiata ma dall'alto delle sue quattro zampe tutto è più bello e il rumore degli zoccoli mi fa sentire elegante.

Lo accarezzo ancora. Come a volerlo ringraziare di essere lì con me.

Il paesaggio della campagna scorre e il sole nella sua lentezza sorge, facendo arrivare il giorno.

l'alba
l'alba

Noi, una cosa sola.

Il suo respiro ora comincia a farsi sempre più forte, più irregolare, stiamo galoppando perchè abbiamo bisogno di farlo, la natura ce lo chiede e noi dobbiamo rispondere così, andando sempre più forte come il cavallo e il suo cavaliere.

un cavaliere
un cavaliere

Ero molto piccolo quando lessi la mia prima storia che parlava di un cavaliere e del suo cavallo, mi rimase particolarmente impressa quando costui per chiamare la bestia gli fischiava e l'animale obbediva e arrivava immediatamente.

Io non ho mai avuto un cavallo, ma avevo una cagna che rispondeva al fischio anche da parecchia distanza ma forse non era la stessa cosa.

La meraviglia degli animali, il rapporto che si crea, la fiducia instaurata, un rapporto creato senza parlarsi.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×