scrivi

Una storia di Enangie

Un'esperienza da NON rifare!

Salvaguardarsi dalle agenzie di moda fasulle...

2.9K visualizzazioni

5 minuti


Giovanna è una ragazza che da pochi mesi vive a Roma, è laureata, ha una bella presenza e come tanti suoi coetanei cerca lavoro nella Capitale. Invia curriculum a destra e a manca, selezionandosi per offerte che sembrano allettanti. Tra queste, trova una proposta interessante, un sito di una "prestigiosa" agenzia di moda che è molto conosciuta in Italia perché si sponsorizza sui maggiori canali di trasmissione, ma Internet è il suo "specchietto per le allodole" preferito! L'agenzia N.F. cerca volti nuovi da reclutare: modelli, attori, cantanti, presentatori... insomma, di tutto! Già questo fa insospettire la giovane Giovanna, che però decide di compilare il form di adesione per essere contattata dall'agenzia. Dopo pochi giorni, riceve un SMS con l'incontro per il primo colloquio conoscitivo, che ovviamente viene definito nel testo del messaggio come "provino". La ragazza si presenta puntuale all'appuntamento e viene "accolta" (un parolone, si fa per dire!) dalla segretaria addetta ai colloqui, che è in realtà un' ex indossatrice (come lei stessa ha affermato di essere). Giovanna viene fatta accomodare in un sala d'attesa che è simile ad un salotto con foto di nomi di stilisti importanti, nonché modelle. Le viene data una scheda da compilare per inserire le sue generalità, le sue misure, le sue aspirazioni...

Compila la scheda e dopo pochi minuti di attesa (nel frattempo proiettano dei video pubblicitari con tanto di interventi "autorevoli" del campo della moda, come forma di inculca-mento delle idee preconfezionate che propone l'agenzia N.F.) Giovanna immagina i possibili lavori che potrebbe fare in quest'agenzia, ma il suo sogno ad occhi aperti viene interrotto dal fare arrogante e presuntuoso della segretaria, ex indossatrice, recruiter dell'agenzia che le dice - "Lascia tutto qui e viene nel mio studio"- Giovanna porta con sé la sua borsa e la scheda compilata, trascurando il particolare ossia la sotto-scheda che fa indiavolare la tizia che le dice:"Ti avevo detto di lasciare tutto fuori e il sotto-scheda lo devi portare dove stava, portamelo fuori e rientra!"... Da quest'affermazione, Giovanna si rende subito conto di avere a che fare con una nevrotica (non vi ho detto che Giovanna è laureata in scienze psicologiche) e nel frattempo entra e fa il "colloquio conoscitivo".

La prima domanda che la tizia le chiede è:"Perché sei qui?" A questo punto, Giovanna, tra sé e sé pensa "Questa non solo è nevrotica, è anche scema!" E le risponde:"Sono qui, perché VOI mi avete contattata!" Al ché, inizia un lungo monologo monocorde della tizia, dove asserisce l'importanza dell'agenzia di moda, il ruolo e le competenze della stessa (Giovanna conosce benissimo il ruolo di un'agenzia, ma la fa parlare lo stesso... ) arriva poi a definire le competenze ed i canoni richiesti per le indossatrici, anche se Giovanna SA BENE CHE NON VUOLE FARE QUESTO!

Secondo la tizia, gli standard europei richiesti sono: ALTEZZA min. 1.80 cm e TAGLIA min. 36! A Giovanna sembra strano che una ragazza di 180 cm possa avere una 36 di taglia, e se la immagina come un alieno... la tizia continua il suo discorso, sostenendo che il canone prescelto, alla fine è sempre 185 cm! Un ideale irraggiungibile!!! (Si tratta, in realtà, di standard ampiamente criticati e in alcuni paesi europei sono stati già vietati, perché come tutti sanno, è stato adottato questo provvedimento in virtù dell'aumento del fenomeno dell'anoressia, prevalente nel settore della moda).

La tizia sostiene che a Roma ci siano poche persone che possano fare le indossatrici, per cui tutto avverrebbe a Milano, dove si trovano ragazze dell'Est Europa e poche, pochissime italiane... (ma ripeto, a Giovanna di fare l'indossatrice non può fregar de meno!)

A Roma, la N.F. cerca solo fotomodelle. Per queste, i canoni non esistono, perché secondo la tizia qualsiasi persona che posa davanti ad una fotocamera è una fotomodella.

"Per cui, anche la signora di 70 anni che sponsorizza le Sottilette Kraft è una fotomodella"

(cit. tizia)

Ogni fotomodella deve saper recitare un ruolo richiesto dal cliente della campagna pubblicitaria.

La FOTOMODELLA deve quindi essere anche ATTRICE.

Se vuoi lavorare in N.F. sappi che:

- Devi smetterla di sentirti poco adeguato, perché finché c'è vita c'è speranza. Anche se non hai i requisiti, andrai bene, tanto saresti comunque utile per qualsiasi ruolo... (il meccanico dello spot della Ford, o anche la comparsa di un tizio che fa la tosse in uno spot per medicinali, puoi fare di tutto!)

- Devi sapere che se entri in N.F. sarai "tutelato" da una Federazione F.I.I.A.M. L.S. che protegge le modelle e gli attori per evitare fregature, definita senza scopo di lucro e invece poi chiede soldi per tutto ciò che c'è da fare (BOOK, CORSI). Innanzitutto, è una sciocchezza colossale perché l'unico organo ufficiale che tutela gli attori&co è l'ENPALS, ossia l'ufficio di collocamento dello spettacolo, inoltre una vera agenzia non è autorizzata a chiederti dei soldi per iniziare a lavorare, devi essere tu a proporre i tuoi book e i tuoi lavori e l'agenzia ti inserisce in varie posizioni lavorative. Poiché lavori con i contatti che ti mette a disposizione l'agenzia, automaticamente il totale pattuito per la retribuzione comprende una quota destinata ad essa. Questo è il vero percorso, non quello che viene definito dalla tizia! Secondo lei, tu inizi ad iscriverti, poi paghi un book, poi un corso, poi l'agenzia prende il 30% su ogni lavoro che farai. Non è detto PERO' che dopo aver pagato una quota per un book, o per un corso, ci sia la vera possibilità di un lavoro... insomma, mi chiedo, a chi conviene?!

- L'unico vero requisito certificato, se vuoi lavorare in N.F., è che devi semplicemente SBORSARE dei soldi!

E Giovanna, che ha capito tutto, ha deciso di raccontarmi la sua storia! Tale agenzia ha fatto molti danni chiedendo soldi a palate a degli aspiranti modelli ed attori che oggi sono a casa... ! Provate a fare un po' di ricerche on line, troverete un mondo di delusi che protestano, infatti anche su Striscia è arrivata la notizia... intanto, guardatevi questo video!


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×