scrivi

Una storia di Voiceinsidemyhead

Questa storia è presente nel magazine Tutto quello che non ti ho detto

Non avrei mai pensato di dirti addio

Non avrei mai voluto mischiarti a tutti gli altri. Non avrei mai voluto che fossi lì, per te avevo riservato un altro posto. E non posso credere che non sarà tuo.

238 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 14 ottobre 2018 in Storie d’amore

Tags: #Addio #Amore #Fine #Nostalgia #Relazioni

0

Non posso credere di doverti dire addio. Non avrei mai creduto che ci saremmo separati, nella vita intendo. Non avrei mai pensato che saremmo diventati due sconosciuti. Da due che si conoscevano alla perfezione a due che non sanno assolutamente più nulla l'uno dell'altra. Così, senza motivo. Non avrei mai pensato che un giorno le nostre strade si sarebbero divise. E se me lo avessero chiesto, avrei potuto dire con convinzione che per te avrei sempre lottato. Che non avrei mai gettato la spugna. Che ci avrei creduto sempre nonostante qualunque cosa avresti fatto, qualunque cosa avrei fatto, dovunque saremmo stati. Nonostante le strade diverse, nonostante le esperienze trascorse, in cuor nostro avremmo sempre saputo di esserci. Anche non dicendocelo più, anche se le circostanze avessero mostrato il contrario, anche se le nostre parole e le nostre azioni fossero state completamente avverse. Anche guardandoci e vedendoci separati, e distaccati, avrei saputo che non sarebbe durata. Che da qualche parte e in qualche modo e in qualche tempo avremmo srotolato il gomitolo del filo rosso. Perché nulla sarebbe mai cambiato in quello che provavamo. E lo sapevamo bene. Anche senza farcelo sapere. Come se fosse una cosa che tenevamo dentro, un segreto solo nostro che avrebbe resistito al tempo. E pur provando a seppellirlo per un po' dentro noi stessi, non ci saremmo mai riusciti completamente. Lo avremmo tirato fuori, perché era lì e c'era e non sarebbe mai morto. Non avrei mai smesso di crederci. E ad oggi che devo ricredermi mi sembra surreale. Mi sembra surreale come il tempo cambi davvero così tante cose. E mi sembra surreale che anche la più vera delle cose che consideravo vere, nella mia testa debba diventare una menzogna. Una cosa come tutte le altre da aggiungere alla lista di esperienze che mi hanno dato consapevolezze. Una cosa da aggiungere alla pila delle cose a cui rimarrò legata. Ma che non rivivrò mai più. Che lascio in un punto nel passato mentre tutto il resto va avanti. E mi allontano da te sempre di più. E sfumi ogni giorno di più. E ogni giorno che passa ti ricopre sempre di più fino a farti scomparire. Fino a doverti riportare indietro solo con un esercizio della memoria. E non avrei mai creduto che potesse succedere. Mai. Non a noi. Non avrei mai pensato che saresti diventato un ricordo che riemerge ogni tanto, giusto quando vedo qualcosa che mi ricorda te e magari sorrido. Non avrei mai pensato di parlare di te come una cosa passata e non come il mio presente. Come un aneddoto divertente da raccontare ai miei amici. Non avrei mai pensato di diverti riporre in quello spazio della mia memoria in cui ci sono anche tutti gli altri. Non avrei mai voluto mischiarti a tutti gli altri. Non avrei mai voluto che fossi lì, per te avevo riservato un altro posto. E non posso credere che non sarà tuo.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×