scrivi

Una storia di Flow

Questa storia è presente nel magazine Due diari

Capitolo 2

L'hai voluto tu

75 visualizzazioni

3 minuti

Pubblicato il 28 giugno 2019 in Storie d’amore

0

Niente spogliarellisti o cose americane eh non fraintendere. Però dovrà essere memorabile. Voglio dire, state insieme da che eravamo delle bambine, non credo sia mai stata ad una vera festa senza di te. Non c’è niente di male eh vorrei solo che fosse una vera festa adolescenziale di sole ragazze.


Adolescenziale? Non siamo un po’ troppo vecchi?


Certo che siamo troppo vecchi. Per questo è importante che sia una vera festa adolescenziale.


Dici niente cose americane ma so che stai pensando ad una villa con la piscina da serie tv.


Non…


E a bicchieri rossi di plastica e beer pong.


Sì è vero.


Lo sapevo. Hai già affittato la villa con piscina?


No sto ancora facendo ricerche, voglio che sia perfetta.


Sarà perfetto qualunque cosa tu abbia in mente.


No, deve essere veramente perfetto. È il mio compito, è quello che fa la damigella d’onore, rende tutto perfetto.


E ci risiamo.


Cosa?


Damigella d’onore?


Sì?


Non si era detto niente americanate? Fai la testimone e basta.


Testimone e basta… che poi cosa vorrebbe dire, infischiarmene e spendere troppi soldi per il regalo? Solitamente è questo che fanno i testimoni no?


Non intendevo…


Lo so che non intendevi. Però hai rotto con questo poco entusiasmo è il tuo matrimonio!


Appunto il mio, non il tuo.


Ma è la mia migliore amica praticamente è come se fosse il mio. Nel senso, ci tengo tanto quanto e voglio che sia


Perfetto


Perfetto, esatto. Vedi, entri nello spirito.


Ma quale spirito, fosse stato per me…


Sììì lo sappiamo tutti a memoria, saresti entrato in comune e avresti messo la firma senza tanta confusione.


Esatto! Che senso ha tutto il resto? Stiamo insieme da 16 anni.


Appunto, alcuni di noi avevano perso le speranze. Festeggiamo il fatto che vi siate finalmente decisi a mettere queste due firme. E poi siete i primi, siamo tutti in fibrillazione.


Ecco, perché dovevamo essere noi i primi…


Pronto? 16 anni?


Vabbè, voi ci andate vicini…


Noi? Neanche lontanamente, solo 5. Come se non lo sapessi! Prima dobbiamo superare la crisi del settimo anno poi ci penseremo.


Un’altra americanata?


No no, la crisi del settimo anno è provata scientificamente e non alzare gli occhi al cielo.


Crisi o non crisi, pensavo ti saresti sposata prima tu. Ci speravo…


Speravi? Che vuol dire?


Niente lascia perdere. Lo pensavo.


È questione di gerarchia. È giusto così.


Ma quale gerarchia… avresti potuto aspettare in eterno.


Esagerato. Non ti rimprovero perché so che sono i dubbi dell’ultimo minuto a parlare.


Ultimo minuto? Mancano due mesi. La devi smettere con queste cose da film, ne hai visti troppi. Questa è la vita reale.


Vabbè era per dire. Accosta qui, l’ultimo pezzo lo faccio a piedi.


Sicura?


Sì.


Ma te la sei presa? Per la cosa dei film?


No, non me la prendo. È vero, ne ho visti troppi.


Dai lo sai che scherzo.


Sì lo so.


Dai non fare l’offesa, ti porto fino a casa.




Mi piace che tu ne abbia visti troppi. Davvero.


Paraculo.


Sul serio. È una delle cose che mi piacciono di te.


Ah sì? Wow è il primo complimento che mi fai da quando ci conosciamo, quindi 16 anni.


Non è vero dai, non sono così pessimo.


Invece sì!


È impossibile.


Allora sentiamo quali altre cose ti piacciono di me?


Potrebbe essere un discorso lungo.


Simpatico. Dai avanti, un solo complimento. Ti sfido.


Eccoci, sei arrivata.


Non scendo dalla macchina prima di aver avuto il mio complimento.


È meglio di no.


Che vuol dire meglio di no? Vedi, non sei capace.


Va bene, l’hai voluto tu.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×