scrivi

Una storia di LunaGuarino

524 visualizzazioni

4 minuti

Pubblicato il 29 novembre 2017 in Tecnologia e Innovazione

0

logo sfide intertwine

Questa storia partecipa al contest
Essenziale 2049

ESSENZIALE 2049

Era la solita routine… La mattina sveglia presto, lavoro, pranzo veloce, un po' di attività fisica pomeridiana, casa, cena, documentario alla tv, tisana e letto.

Ma quella sera in particolare mi sobbalzarono alla memoria diversi ricordi riportandomi a 30 anni fa… Quando mia mamma mi svegliava nel letto con il vassoio della colazione e dormiente sentivo ancora il gorgoglio della caffettiera e il profumo che lasciava in tutta la casa. I pomeriggi trascorsi passeggiando per Via Caracciolo o al parco Virgiliano con il mio fedele cagnolone Tyson, era un giocherellone! Attirava l’attenzione di tutti i passanti, a volte anche di qualche ragazza carina che fermandosi per accarezzare il suo pelo morbido e bianco trovavo anche il modo per scambiare due chiacchiere e fare conoscenza… Mica come ora! Che esistono i social e le app per incontri… Dove tutto è artefatto mostrando spesso una personalità che non è la propria in cui gli scambi di idee non si avvalgono della propria soggettività ma alludono a modelli o esperienze che non sono personali semplicemente per sentirsi appagati dall’altra parte dello schermo.

E ricordo ancora di com’era bello leggere un libro sul prato verde del Virgiliano e ammirare il tramonto. Ora no… basta andare sul tablet ricercare il proprio libro preferito, acquistarlo e leggerlo virtualmente.

Ma poi… Quando dovevo tornare a casa dopo l’università aspettare ore ed ore sotto la fermata del pullman sperando che passasse quanto prima, ora i mezzi non solo sono più rapidi ma sono ben collegati con qualsiasi zona si voglia raggiungere ed è per questo che c’è meno traffico e meno inquinamento atmosferico grazie anche alla presenza di automobili unicamente elettriche.

Eppure c’era qualcosa che mi riconduceva alla mia infanzia, la mia adolescenza… Quando tra ragazzi si parlava di donne, di conquiste… Di consigli su come corteggiare quella che più ti piaceva. Per fare colpo mi preparavo un discorso, ma tutto cadeva quando la guardavo negli occhi, non ricordando più cosa le volessi dire… L’emozione era tanta e invece di sbalordirla probabilmente pensava tra sè: “Che tonto questo ragazzo!”. Nel 2049, non è più così… Non c’è distinzione tra uomo e donna, l’omosessualità ha omogenizzato quasi tutti. Ognuno nel proprio percorso di vita sente se scegliere un orientamento eterosessuale piuttosto che omosessuale. Ci sono coppie di uomini sposati che crescono bimbi, e coppie di donne che fanno altrettanto… Tutto è così normale, ma al tempo stesso confusionario! Spesso si perde il proprio orientamento, ma l’omosessualità è diventato un comportamento che gode completamente di tutta la libertà! Il concetto di libertà si è esteso molto negli ultimi anni, ci sono meno bigotti e più persone aperte mentalmente.

Anche la scienza ha allargato i propri confini migliorando la nostra sopravvivenza grazie ai progressi della medicina e farmacia. Il rischio di mortalità dovuto a malattie è minore e grazie allo sviluppo incredibile in campo medico sono state debellate migliaia di malattie, mentre altre non rappresentano più un grave pericolo e grazie a ciò si è allungata l’età media di vita oltre gli 80 anni, pazzesco! Che gran progressi, cambiamenti vantaggiosi ma anche svantaggi che ci sono stati in questi anni… Uno di questi è sicuramente quello del clima, causa di emissioni sempre più frequenti di agenti atmosferici inquinanti, ancor prima della creazione delle macchine totalmente elettriche, le ondate di caldo sono sempre più presenti e le stagioni fredde sempre più brevi, chissà cos’altro ci aspetterà andando avanti di questo passo…

Inoltre La prospettiva di matrimonio si è allungata… Le persone pensano innanzitutto a concludere gli studi, laurearsi, trovare un impiego stabile per poi decidere un eventuale matrimonio, e perché no anche una convivenza! Anzi, E’ diventato così antico sposarsi che le persone si amano e convivono sotto lo stesso tetto pur non portando alcuna fede al dito. Di conseguenza anche l’età per mettere su famiglia e dunque procreare si è allungata… Insomma ci sono stati dei cambiamenti radicali che se ci penso mi chiedo come abbia fatto così facilmente ad integrarmi in questa nuova società. Ma il cambiamento non è altro che una conseguenza, una trasformazione dell’individuo inevitabile e spesso intenzionale provocato e indotto da noi stessi. Non siamo altro che soggetti sempre più attivi della società divenendo attori del conoscere inducendoci a pensare sempre più e potenziando di conseguenza il progresso che non è altro che un nuovo modo di guardare la realtà. Io quella sera non ero malinconico, riflettevo… Ricordando il passato, e relazionandolo con il presente provavo ad immaginare il futuro.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×