scrivi

Una storia di IBonamiciFredducci

Questa storia è presente nel magazine LA SCOMPARSA DI KRIS KREMERS E LISANNE FROON

KRIS & LISANNE - SECONDA PARTE

94 visualizzazioni

6 minuti

Pubblicato il 29 aprile 2020 in Giornalismo

Tags: #reportage #scomparse #misteri #coldcase #horror

0

Dopo aver parlato dei misteri dei telefoni delle due sfortunate olandesi, adesso spostiamo la nostra attenzione sulla macchina fotografica, la Canon Powershot SX270 HS (a proposito: chiedo scusa per averla chiamata Reflex nel capitolo precedente, perché non è assolutamente una reflex). La Canon, che in teoria aveva passato 10 settimane nella giungla durante la stagione delle piogge e pure in un fiume, era in perfette condizioni. Fu trovata CON LA BATTERIA ANCORA CARICA e con 133 foto in memoria.

133 foto numerate consecutivamente con solo un’immagine mancante (sulla quale torneremo in seguito). Quel 1 Aprile Lisanne e Kris scattarono in totale 30 fotografie. Ci sono 9 scatti che mostrano le ragazze sul sentiero El Pianista ancora a valle e foto del sentiero stesso. In seguito c’è la prima immagine che potete vedere (foto 1), ossia uno scatto di Kris abbastanza distante da Lisanne all’inizio del tratto in salita nella giungla, dove appare seria e ha in mano la bottiglia d’acqua, già praticamente vuota. Si è parlato tanto di questa foto e sono state fatte decine di ipotesi (e ci ritorneremo) ed è nota come “sad Kris”, ma probabilmente la ragazza era solo un tantino accaldata ed in affanno: magari stava tirando un attimo il fiato all’ombra, visto il caldo e l’umidità opprimenti. Certo che, probabilmente anche solo per autosuggestione sapendo quanto è accaduto alle sfortunate olandesi, questa foto ha un che di angosciante.

Dopo un paio di immagini del sentiero negli ultimi 600 metri in salita dentro la fitta vegetazione, seguono 8 scatti (più uno dall’IPhone di Kris, di cui inspiegabilmente non è mai stato reso noto l’orario) di selfies delle due a El Mirador, felici e sorridenti. Erano praticamente le 13 precise ed avevano impiegato soltanto due ore a raggiungere la vetta, nonostante l’asma ed un problema al piede per Lisanne (documentato in una foto precedente al loro arrivo a Boquete).

I due scatti collage (foto 2), quasi perfettamente sovrapponibili, secondo i dati della Canon sono stati effettuati con uno scarto di soli sei secondi: notate nulla di strano? Com’è possibile che, in un lasso di tempo così breve, il cielo e la luce siano cambiati così, e la ragazza si sarebbe praticamente lanciata qualche metro più in là, affinchè Kris potesse fare l'altra foto???? Inoltre le 8 immagini totali dal punto di El Mirador sarebbero state scattate in appena 3 minuti: è di certo meno curioso come dato rispetto ai due scatti che ritraggono Lisanne fatti in 6 secondi e con un cielo ed una illuminazione totalmente differente, ma per quale motivo le due avrebbero dovuto correre così tanto?

In seguito a queste 8 foto in 3 minuti le fanciulle non tornarono indietro verso Boquete, ma si addentrarono nella giungla oltre El Mirador. Venti minuti dopo, nella memoria della macchina digitale, c’è una immagine di Kris piegata in avanti e con le mani dietro la schiena che guarda in camera (foto 3). E’ sfuocata e sembra un piccolo demone. In molti hanno ipotizzato che avesse i polsi legati e tutti ci vedono un’espressione preoccupata, ma secondo me sta addirittura sorridendo e chiaramente scherzando e nemmeno ha le mani dietro la schiena ma la destra accanto al viso come per ripararsi dai raggi del sole che filtrano tra le piante o mimare un saluto militare.... Hanno stimato che quando è stata scattata quella foto i loro due telefoni avessero ancora campo. Alle 13:54 troviamo le ultime due fotografie datate 1 Aprile, scattate rispettivamente alle 13:54:50 e 13:54:50 (foto 4 e foto 5)...no, non ho sbagliato a postarle: secondo la macchina fotografica la foto di Kris che ha passato il torrente viene prima di quella che la vede in fase di attraversamento!!!! E’ solo uno dei curiosi misteri di questa storia e dalla memoria della Canon risultano addirittura due versioni della foto 508 (cioè la nostra foto 4) e non è stato possibile recuperare la prima nemmeno dagli esperti che hanno analizzato la memory card, i quali sono solo riusciti a stabilire che quella foto era stata scattata 8 secondi prima rispetto a quella che vede Kris in fase di attraversamento: questo sarebbe logico, e secondo gli esperti olandesi l’errore nel timing della nuova versione della foto dove la ragazza ha già passato il fiume potrebbe essere segno di una manomissione della memoria.

Nel misterioso scatto 508 Kris sembra preoccupata e nel 507 la si nota sporca di fango su gambe e sedere e qualcuno ipotizza che forse fosse caduta. Sono le 14 e da quel punto avrebbero impiegato solo un’ora per tornare a El Mirador e da lì, mantenendo una buona velocità sfruttando il fatto di trovarsi in discesa, avrebbero potuto raggiungere il punto di partenza del sentiero El Pianista al massimo in 90 minuti. Perchè non sono tornate indietro? Per essere sicure di rientrare in città con la luce del sole avrebbero dovuto fare dietrofront entro le 16: che hanno fatto nelle successive due ore e 39 che separano l’ultima foto dalla prima chiamata ai soccorsi???? Perchè hanno smesso di fare foto, nonostante la Canon non avesse assolutamente problemi di batteria? Perchè hanno provato a chiamare i soccorsi alle 16:39, quando ancora avevano a disposizione due ore di luce???? Hanno continuato a camminare e non si sono rese conto del tempo che era passato, andando nel panico una volta che si sono rese conto che era troppo tardi per rientrare a Boquete prima che facesse buio? Si sono davvero perse, anche se è stato in seguito dimostrato che i sentieri in quella stagione ed in quella zona erano ancora in ottime condizioni e ben visibili? Una delle due ragazze si era fatta male? L’asma di Lisanne le aveva reso impossibile andare avanti, a causa dell’umidità e dell’altitudine elevata? Qualcuno le stava seguendo e si sono date alla fuga in mezzo alla fitta vegetazione, finendo per perdere davvero l'orientamento???

Altra cosa da notare: in tutte le foto del 1 Aprile si nota chiaramente che entrambe le ragazze indossano i reggiseni che sono stati rinvenuti in condizioni perfette 10 settimane dopo nello zaino assieme ai telefoni ed alla macchina fotografica.


Nella memory card non ci sono altre foto...PRIMA DELLE ANGOSCIANTI 90 IMMAGINI SCATTATE NELLA NOTTE DELL’8 APRILE, OVVERO BEN 7 GIORNI DOPO (e di cui ci occuperemo nel prossimo capitolo)...ma tra le 30 foto diurne del 1 Aprile e quella disturbante serie di foto notturne di ben 7 giorni dopo c’è un file, il numero 509, che manca. Lo hanno scoperto gli esperti olandesi che hanno a lungo lavorato sulla scheda di memoria della Canon: è l’unica immagine (o video) che è stato cancellato!!!! Il file 509 non ha lasciato tracce di sé e questo risulta davvero strano: se le ragazze avessero cancellato la foto di loro spontanea volontà gli esperti sarebbero riusciti a ritrovarla senza grandi problemi, vista anche la grande capienza di quella scheda che oltretutto era praticamente vuota; al limite ne avrebbero trovato solo dei frammenti, ma qualcosa sì! E perché mai Kris e Lisanne, che non hanno cancellato nessun’altra foto fin dalla partenza dall’aeroporto di Amsterdam (erano in un’altra scheda e potrete trovarle con una semplice ricerca on line), avrebbero deciso di eliminare quella, oltretutto scattata quando erano già disperse, quando avevano già più volte provato a contattare i soccorsi???

Il team forense olandese è giunto alla conclusione che quel file è stato cancellato connettendo la Canon ad un computer, e questo le ragazze non avrebbero potuto farlo. Chi è stato? Cosa non voleva che si vedesse??? La spiegazione definitiva di quanto accaduto alle povere Kris e Lisanne è davvero in quella foto o video, che nessuno vedrà mai???


CONTINUA...

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×