scrivi

Una storia di

Lettere nel cassetto

Il volo

minuti

Pubblicato il 17 novembre 2019 in Storie d’amore

Tags: #figli #nido #viaggi #volo

1


17 ottobre 2002


Ciao passerotto,

sono diversi giorni che non ricevo tue notizie e allora ho pensato di scriverti.

Vedi, siamo già in autunno, anche l'estate è passata e si avvicina la data del tuo prossimo esame.

Oggi è stata una giornata tipicamente autunnale: cielo grigio (si vede però Monte Giovi), vento a folate e aria gialliccia come quasi tutte le foglie intorno.

Non fa freddo e quindi, nonostante tutto, può dirsi una bella giornata d'autunno.

Certo a Barcellona sarà tutta un'altra storia, non ci sono le montagne che chiudono l'orizzonte come qui da noi, lì ...c'è il mare...

Guardando fuori dalla finestra ho proprio l'impressione della limitatezza, anche fisica, dei nostri orizzonti.

La nostra valle, circondata dalle montagne, crea un grande e confortevole "nido" nel quale tante vite si srotolano giorno dopo giorno, sempre uguali, sempre qui...

Poi succede che, da questo nido, qualche uccellino intraprendente impari presto a volare e arrivi fino a Barcellona!

So che il tuo volo è stato lungo, che ha comportato scelte coraggiose, sacrifici, mancanze, ma questo ti renderà libera e indipendente.

E' di donne coraggiose, libere e indipendenti che il nostro tempo ha bisogno.

Vorrei sapere della tua nuova vita e dello studio, vorrei conoscere le tue impressioni sul posto dove sei, scrivimi...

Un bacio e un forte abbraccio.

mamma

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×