scrivi

Una storia di Piolina

Il benessere dai fiori

Come ricavare dalla Natura benefici e supporto alla nostra salute

62 visualizzazioni

3 minuti

Pubblicato il 20 gennaio 2021 in Spiritualità

0

Vantaggi dei prodotti biologici

Il principale vantaggio dei prodotti biologici è senza dubbio il loro elevato valore nutrizionale, infatti è attraverso il cibo che assorbiamo vitamine, minerali e tutti gli elementi necessari perché il nostro organismi si mantenga in salute.

Un altro vantaggio è la freschezza del cibo. Ti è mai capitato, quando compri frutta al supermercato, che questa duri per molto tempo? Una mela, ad esempio, può durare per 1 mese senza che presenti nessun segno di deterioramento, e tutto questo grazie ai conservanti che vengono aggiunti nella produzione alimentare.

Con i prodotti biologici, invece, si ha una maggiore freschezza e ciò implica che questi alimenti sono liberi da ogni alterazione che può influenzare la composizione e il sapore.

Se sei un ambientalista, inoltre, sappi che mangiare cibi biologici supporta la conservazione dell'ecosistema, poiché la coltivazione di questi alimenti è fatta senza l’uso di sostanze tossiche e la contaminazione di terra, acqua e aria è assente, non solo nella zona specifica di coltivazione, ma anche nelle aree circostanti. Ciò è di beneficio non solo per i contadini ma anche per gli abitanti delle zone vicine.

Tra gli alimenti biologici puoi trovare: frutta e verdura, latticini, carne e pesce. La carne biologica richiede che gli animali siano alimentati con prodotti biologici e che crescano in un ambiente ottimale, come aree verdi nelle quali gli animali possono crescere e nutrirsi in modo naturale, senza che questi vengano contaminati da alcuna sostanza tossica o che gli vengano somministrati ormoni della crescita.

Si consiglia perciò di seguire una dieta più sana con prodotti biologici che rappresentano un vantaggio per la vostra salute. In questo modo, oltre ad ottenere tutti i nutrienti di cui ha bisogno il corpo, si eviterà anche di esporlo a sostanze tossiche, causa dello sviluppo di malattie degenerative come il cancro.

I fiori italiani di alta quota sono piante che “salgono molto in alto”, ma profondamente radicate nel terreno. Le strategie che anno adottaro per vivere in tali condizioni possono essere rapportate, per “similitudine”, alle forze ed alle qualità da sviluppare in un percorso spirituale teso ad elevare ed espandere la propria coscienza al di la degli orizzonti limitati del campo sensoriale.

La floriterapia, come dice la parola stessa, è un tipo di terapia olistica e biologica che si avvale di una serie di rimedi naturali preparati a partire dai fiori silvestri.

Il medico gallese Edward Bach (1886 – 1936), intorno alla prima metà del '900, ha avviato uno studio approfondito riguardante le proprietà curative dei fiori, terminato con una lista di 38 fiori curativi, scoperti grazie anche al paziente lavoro di documetazione portato avanti esaminando il patrimonio di antiche tradizioni mediche di diverse parti del mondo.

Secondo i sostenitori di questo metodo, i rimedi floreali scoperti da Bach rilascerebbero nell'acqua, se opportunamente trattati, la loro "energia" o "memoria", la quale entra in vibrazione con l'energia umana e sarebbe in grado di mutare l'emozione negativa nel suo tratto positivo, senza eliminarla, ma trasformandola, ovvero rendendo armonico e migliore il soggetto.

Edward Bach fu davvero un medico particolare, con un occhio sempre rivolto al paziente e uno immerso nella natura. Attento osservatore dei fenomeni naturali, sensibile erborista, cercò con ostinazione un metodo di autoguarigione basato sui rimedi che la natura mette a disposizione dell'uomo. E lo trovò nei fiori.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×