scrivi

Una storia di Sambuca2000

APPENNINO TOSCO-EMILIANO

Un Appennino vicino a grandi città come Bologna, Firenze, Genova e Milano, ma che mantiene intatto un cuore autentico e selvaggio.

191 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 25 marzo 2019 in Scienza

0

il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano è costituito da un tratto suggestivo delle montagne dell'Appennino circondato da boschi, in una straordinaria posizione geografica: una catena montuosa dell'Appennino lunga 930 miglia che corre da nord a sud, e si trova proprio tra la Valle del Po, il resto dell'Europa e il Mar Mediterraneo. Il crinale appenninico, una sequenza quasi continua di cime la cui altitudine varia tra 1600 e 2000 metri, è il confine fisico tra Emilia e Toscana: si può camminare lungo esso e nelle giornate limpide si affacciano le Alpi sul lato nord e il Mar Mediterraneo su il lato sud.

Sono numerose le produzioni agro - alimentari di qualità classificati come DOP, IGP o PAT (prodotti agricoli tradizionali) dal Ministero dell'Agricoltura e frutto dell'elevata diversità sociale e climatica dell'area.

Il confine climatico euro - mediterraneo ha determinato un prevalente uso del burro nella cucina del versante settentrionale dell'Appennino e un maggiore uso dell'olio nel versante meriodionale. A questo si accompagnano le foraggere tipiche del paesaggio del Parmigiano Reggiano in Emilia Romagna e gli uliveti in Toscana.

Alcuni di questi prodotti hanno raggiunto una grande notorietà, come il Prosciutto crudo di Parma e il Parmigiano Reggiano, mentre altri sono produzioni di nicchia.

In certi casi si tratta di veri e prorpi archetipi sociologici, storicamente caratterizzati da autoproduzione e autoconsumo.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×