scrivi

Una storia di Mandibolina

Questa storia è presente nel magazine Libri

Donne dell'anima mia

Isabel Allende

24 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 07 gennaio 2021 in Recensioni

0

Donne dell'anima mia, Isabel Allende, edito 2020.

Ho comprato questo libro durante la seconda ondata, secondo lockdown, seconda chiusura (chiamatela come volete), da una libreria di Rovereto ​​​​​​​che ho conosciuto nel primo lockdown! Il fatto che sarebbe stato autografato dall'autrice e che la libreria mi avrebbe dato un codice con il quale assistere ad un'intervista in diretta con la scrittrice, mi hanno convinta all'acquisto.

Sarà che Isabel Allende è la scrittrice della mia infanzia e della mia adolescenza, quella di cui sicuramente ho letto più opere, sarà che i colori della copertina mi hanno affascinata da subito, saranno queste e anche altre influenze, ma io forse da questa opera mi aspettavo di più.

Ci ho messo un po' (praticamente l'ho capito solo alla fine della lettura) a comprendere che non sarebbe stato un romanzo come quelli che divoravo da piccola: questo è, piuttosto, una "chiacchierata informale", come la Allende stessa precisa a pag. 155. Una chiacchierata che si snoda nel suo tempo, nella sua vita, nel suo percorso di donna. La Allende è una femminista e, con questo racconto, vuole ripercorrere le tappe del suo personale percorso femminista, da quando, già a cinque anni, sentiva di essere "diversa", passando per la sua carriera di scrittrice, attraversando i suoi tre matrimoni, la morte di sua figlia Paula, fino ad arrivare alla donna che è ora.

Due i pregi che riscontro in questa lettura:
1 (non banale): la scrittura è MERAVIGLIOSA. Leggera, pulita, quella che ricordavo, quella che ho sempre amato, capace di trasportati in epoche e in storie che non ti appartengono.
2 I tantissimi spunti da cui far partire riflessioni e ricerche personali (la sua organizzazione in aiuto alle donne https://isabelallende.org/, la fondazione di una sua amica in soccorso alla gioventù del Nepal https://www.nepalyouthfoundation.org/.../nepal-youth.../, oltre che vari riferimenti poetici e il video che segue: https://www.youtube.com/watch?v=aB7r6hdo3W4)


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×