scrivi

Una storia di Ametista

I sogni son desideri: La follia di un attimo

200 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 17 dicembre 2018 in Storie d’amore

Tags: #sera #locale #caff #amore #citt

0

L'aria calda di settembre li colpì in piena faccia.

Dietro di loro, la porta del bar si chiuse con un suono metallico.

Si lasciarono dietro il profumo di caffè e cornetti avviandosi sul marciapiede.

Tra l'altro... chi mai li vorrebbe a quell'ora tarda ?

Le luci della città scomparvero quasi del tutto.

I rumori si attutirono.

Il silenzio prese tutto.

Persino la loro anima.


<<Sei stanca ?>> le chiese lui.

La ragazza si girò con un sorriso sul volto.

<<Perché mai dovrei?>>


Voci agitate si sentivano in lontananza.

Giovani e adulti.

Insieme o separati.

In armonia o contrasto.

Ha importanza ?

Personaggi di una storia ormai già iniziata.


Una leggera brezza le scompigliò i capelli.

Chiuse gli occhi e sorrise.

Di nuovo...

Si perse in quella dolce carezza.

Poi, all'improvviso, li riaprì.

Una luce diversa.

Più determinata.

Consapevole !


Fece una giravolta.

Due.

Tre.

Cominciò a ridere.

Quelle risate che riscaldano il cuore anche in piena estate.

E lui, dapprima sorpreso, finì per accompagnarla in quella strana danza.

Aprì le braccia, come a voler dare un abbraccio.

Ma a chi ?

O meglio, a cosa ?


<<Lo senti ?>> chiese lei, ormai elettrizzata.

I capelli arruffati.

Le guance arrossate.

Le pupille dilatate.

E quel sorriso ancora sulle labbra.

Splendida...


Si girò.

Fece come per scappare.

Ma poi si fermò.

Rimase in ascolto.

In lontananza, una coppia usciva dal cinema.

Dei ragazzi seduti sugli scalini.

Un anziano portava a spasso il cane.

Una band suonava nel locale affianco.

Bancarelle ad ogni angolo.

E poi c'era lui...

L'inconfondibile odore di kebab.


La ragazza tornò indietro.

Si fermò di fronte a lui e chiuse gli occhi.

Di nuovo...

Un sorriso sulle labbra.

Come sempre...

Le braccia mosse nell'aria, come ad accarezzare qualcuno.

Poi li riaprì.

Fissi in quelli di lui.

Un mare in tempesta.

Il cielo d'autunno.

Il sorriso si allargò.


<<È ovunque... è vita !>>

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×