scrivi

Una storia di CinziaMarchese

Un mio diritto

101 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 26 febbraio 2019 in Poesia

0

UN MIO DIRITTO


Prigioniera

del mio stato inconscio,

una sindrome venuta

dal –non dove—

come cupola abnorme

mi trattiene,

dal reame sdrucito

mi preserva,

e di me mosto mieloso

stilla un nettare odoroso.

Centellino ogni attimo fuggente,

ogni istinto innaturale,

scavando tra le pieghe ossute

di scheletri nascosti

in un armadio,

che sa di naftalina e buio pesto.

Non bramo

l’irreale,

solo il diritto alla Vita…



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×