scrivi

Una storia di Stegia18

Questa storia è presente nel magazine Fiabe, favole e racconti

Avventure tra le favole 3

Cosetta incontra la Bella Addormentata nel bosco

242 visualizzazioni

3 minuti

Pubblicato il 02 aprile 2020 in Fiabe

Tags: #NuoveFiabe #BellaAddormentata

0

Il giorno dopo, lasciati Hansel e Gretel in compagnia della fata dai mille colori, i nostri eroi si rimisero in cammino. Arrivarono nei pressi di un grande e meraviglioso castello. Avvicinandosi si accorsero che vi regnava uno strano silenzio, perciò tutti si fecero più cauti. Ma ogni precauzione era davvero inutile dato che i soldati di guardia al cancello erano profondamente addormentati. Si addentrarono nel giardino e arrivarono al portone senza incontrare anima viva. Entrarono, ma dappertutto trovarono gente che dormiva: dormivano i cuochi in cucina e i cantinieri in cantina, dormivano i giardinieri sul prato e gli stallieri nella stalla. Dormivano anche le cameriere, il maggiordomo e i valletti e, nella stanza del trono, dormivano il re e la regina.

«Eccoci dunque nel castello della Bella Addormentata» esclamò tutta contenta Cosetta, che la fiaba la conosceva.

«Direi che dovremmo cercare la principessa» aggiunse il babbo «dovrebbe essere nella torre, in compagnia della vecchina sorda, che le ha fatto provare il fuso con cui si è punta».

Vi si diressero senza indugio, ma si resero conto che sarebbe stato arduo svegliarla, dato che tra loro non c’era davvero il principe azzurro. Comunque i nanetti si dettero subito da fare e andarono in cucina a preparare un enorme bricco di caffè. Bene o male riuscirono a farlo bere alla principessa, che infine si destò.

Ascoltò il racconto di Cosetta e quindi disse:

«Se ho ben capito siete dei nuovi eroi che cercano di rimettere a posto le vecchie fiabe. Sì, però avrebbe dovuto svegliarmi il principe azzurro, e tra voi proprio non lo vedo. Perciò adesso io con chi mi sposo?»

«Eh, quanta fretta. Anche Biancaneve si è sposata con un principe azzurro. Ma sai poi cos’è successo? Quello ha cominciato ad essere sempre più assente, va a caccia, alle feste, in viaggio e la lascia sempre sola» disse Berretto Azzurro

«Brutta razza questi principi» esclamò Cosetta «amica mia, sarà meglio che tu metta subito le cose in chiaro. Potrai sempre lasciarlo se non si comporta bene…»

Proprio in quel momento si sentì galoppare in lontananza e perciò tutti scesero ad accogliere il regale giovanotto.

«Oh, principessa, sei già sveglia?» disse quello scendendo da cavallo

«Entra, principe che ti spiego tutto e ti faccio conoscere mio padre il re, mia madre la regina e anche i miei nuovi amici, che, sono certa, ti piaceranno molto»

«Che ne dite se intanto ci diamo un po’ da fare a svegliare tutta questa gente che ancora dorme?» propose Cosetta, rivolgendosi a suo padre e ai sette nani. Perciò, insieme, si recarono in cucina a preparare bricchi e bricchi di caffè forte e amaro. Quando tutti si furono destati cominciarono i preparativi per il matrimonio che fu splendido oltre ogni immaginazione. Durante la cerimonia nuziale il principe fece questa promessa:

«Giuro di amarti e rispettarti, di condividere con te gioie e dolori, di coltivare interessi comuni e di non lasciarti mai sola. Sarò tuo marito e anche il tuo più grande amico»

Dopo qualche giorno i nanetti decisero di ritornare a casa loro perché Biancaneve sentiva tanto la loro mancanza. La ex bella addormentata e suo marito dissero che li avrebbero accompagnati, nella speranza che la loro felicità servisse da esempio a quel principe azzurro che aveva dimenticato quanto fosse bello fare le cose insieme, con amore e amicizia.

E anche per Cosetta era arrivato il momento di tornare a scuola. Nel congedarsi il nanetto dal cappuccio azzurro cielo le disse:

«Adesso che tutti sono più buoni, vivranno certamente anche più felici e contenti, perciò noi ti salutiamo qui, augurandoti che la gioia e la fortuna ti accompagnino sempre. Fai buon viaggio».


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×