scrivi

Una storia di IBonamiciFredducci

Arianna

20 visualizzazioni

6 minuti

Pubblicato il 16 settembre 2020 in Altro

Tags: #amore #diario #pensieri #sushi #vita

0

Avevamo fissato per andare a pranzo fuori, io e tre mie colleghe. Sushi. Porco Tensing, la mia ultima iperstrafogata di sushi risaliva a prima del lockdown e quindi ero follemente entusiasta dell’idea. Oltretutto a Firenze ci sono dei ristoranti di sushi davvero di buon livello (qui il sushi è arrivato tipo 10 anni dopo rispetto a Milano; ma si è imposto alla stragrande).

Una delle colleghe tipo due giorni prima mi fa: -Viene anche una mia amica, va bene?-

Rispondo di sì, ma partono 63 tipi diversi di paranoia nel cervello.

Chi sarà questa amica?

Io ho paura a fare nuove amicizie!!!

Dovevamo andare noi 4, santo Dio! Noi 4 siamo in grande confidenza...ma questa chi sarà, come ragionerà? E se è una che se la tira? E se è una burina semianalfabeta in stile Elettra Lamborghini?

Vabbè...mi faccio forza.

Ieri, poco prima dell’ora di pranzo, una delle colleghe (che chiameremo Gloria) mi manda un messaggio: -Ci siamo solo io e la mia amica: le altre hanno sbuenato...- [“sbuenare”= dare il buena, ringambare, tirarsi indietro].

Non importa che scrivo le motivazioni…

PARANOIA ANCORA PIU’ FORTE: io e Gloria ci intendiamo assai, ma sta sua amica chi cazzo è? Saremo in sintonia????

Mi infighetto alla stragrande, raggiungo il ristorante in scooter e lo parcheggio all’ombra; ma nemmeno il tempo di godere per il fatto che lo ritroverò bello fresco quando lo riprenderò dopo (sì: ho fatto il calcolo della traiettoria solare per le successive ore, tenendo presente anche della posizione degli edifici attorno a dover ho parcheggiato) che prendo la borsina dal baulone, tiro fuori il telefono ed un messaggio di Gloria con scritto su “siamo già dentro” mi sconcerta.

NON VI VEDRO’ MAI, PORCO TENSING!!!!!!

Avete presente la mia prosopagnosia????

E’ molto probabile che io non riconosca le persone fuori dal loro contesto e quindi anche Gloria, che vedo ogni giorno che Dio mette in terra sul posto di lavoro, fuori da quella situazione mi apparirebbe del tutto sconosciuta!!!!!

Non riconoscerò Gloria, e la sua amica non l’ho mai vista e non ho la minima idea di che aspetto abbia…

Entro. Il posto è pieno. Piano piano. Ma aiutatemi a dire “pieno”. Mai visto così pieno...non è vero; ma è piano parecchio!!!!

Con una vocina titubante ed insicura mi avvicino alla ragazza che accoglie i clienti e gli spiego la situazione. Mi indica una direzione e la seguo.

Ci sono 11 milioni e mezzo di tavoli.

Naturalmente non sono 11 milioni e mezzo, ma a me pare così: vedo le mura del ristornate (che è già un open space di dimensioni gigantesche) che si allontanano sempre di più ed i tavoli affollati di gente raddoppiano, triplicano, quadruplicano…

-Non le vedrò mai. Non sarò mai in grado di riconoscere Gloria...-

Profondo disagio: mi guardo intorno ma vedo solo una quantità ragguardevole di Sapiens. Son Sapiens, per me son tutti più o meno identici...tutti sconosciuti…

Hum...ma perché c’è una valanga di gente vestita benissimo? Perché ci son così tanti regazzetti???

Che cazzo guardate? Non guardatemi, per Dio!!!

Sto per darmela a gambe, quando vedo un tavolo in fondo dove ci sono due ragazze che mi salutano e, a quel punto, grazie al saluto (si stava davvero sbracciando), quella sapiens anonima si trasforma in Gloria, in tutta la sua prorompente ispanicità!!!

Con grande felicità le raggiungo e Gloria ci presenta: la sua amica si chiama Arianna…

Si chiama Arianna…

I miei occhi diventano giganteschi, spalanco la bocca così tanto che la mandibola si stacca e cade per terra, emettendo un tonfo sordo piuttosto particolare quando tocca lo splendido pavimento di granito. Naturalmente la mandibola non si stacca ma avrebbe potuto, perché lo stupore è davvero tanto: Arianna è probabilmente la più bella creatura che abbia mai visto.

Ha un accento fiorentino esagerato ma è Asian…

Ho un debole per le Asian già di mio, ma Arianna è davvero meravigliosa: è talmente bella che non sembra reale. E’ fantascientifica...soprannaturale…

Se potessi costruire una Sapiens femmina la farei esattamente come lei...anzi...non avrei nemmeno immaginato che la bellezza potesse spingersi fino a un punto simile, prima di vedere Arianna.

Non è molto alta (e la trovo una cosa positiva) e non ha molto seno, ma ha dei fianchi ed un sedere che sembrano progettati dalle menti più elevate della storia dell’Umanità...e quel viso...quel viso…

Quel viso, mamma mia...quei tratti…quei grandissimi occhi a mandorla...quei lunghissimi capelli corvini…


E’ simpaticissima, alla buona e mi mette subito a mio agio…

E’ dotata di un cervello capace di passare da discorsi estremamente dementi ad estremamente intelligenti in un nanosecondo, e questa è una cosa più rara di quanto si possa pensare.

Ha grande ironia ed autoironia, e le piace usare iperbole e nonsense…e a quel punto ha definitivamente conquistato e fatto suo il mio difettoso cervello...

Abbiamo anche diversi interessi in comune e finisce che non smettiamo di parlare nemmeno per un secondo, nonostante l’iper abbuffamento di sushi…

Ah, già: nonostante il fisico perfetto ha la fantastica dote di poter mangiare come un tirannosauro senza risentirne, e anche questa è una cosa che condividiamo…

Trovo anche meraviglioso il suo accento fiorentino esagerato: personalmente tento di eliminare l’accento etrusco dalla mia parlata da sempre perché lo trovo un po’ imbarazzante, ma in lei lo trovo di una bellezza sconcertante…

Vuole diventare neurochirurgo ed è positivamente uscita di testa quando le ho raccontato in che stato ero all’ingresso del ristorante, per via della mia prosopagnosia: in genere quando parli di prosopagnosia, Asperger, Borderline la gente o non sa di cosa parli o ti fissa pensando che sei una persona totalmente pazza, pericolosa o nella migliore delle ipotesi handicappata...

Ha un sorriso radioso: se ride le vengono due fossette sulle guance che giuro non rispondo più di me (tra l’altro pare che ora vada di moda l’intervento di chirurgia estetica per creare le fossette…).

Ha tratti somatici asiatici, è la creatura più bella che io abbia mai visto (ma anche solo immaginato), è alla buona, simpaticissima, adora iperbole e nonsense, ha un metabolismo miracoloso...io ti appartengo, cazzo! Ordinami qualsiasi cosa, e la farò…

Vuoi che uccida qualcuno? Lo faccio subito...hai anche detto che i tuoi datori di lavoro (che sono marito e moglie) sono fascisti, razzisti, sessisti ed omofobi, quindi so già da chi partire!!!

Vuoi che mi comporti cone un cane e vuoi portarmi in giro al guinzaglio? Corro a comprare collare e guinzaglio immediatamente.

Vuoi che rinneghi tutto quello in cui credo? NO PROBLEMA.

Vuoi che voti Lega? Oddio...tesora...questo francamente non mi sento di garantirtelo…


Nella sua borsa ha le bolle di sapone ed un fiaschetta di acciaio piena di brandy.

No, cioè...una che va in giro con le bolle di sapone ed una fiaschetta piena di brandy è un mito di default. Ok: se vuoi che voto Lega lo farò...


Il prima possibile pranzeremo nuovamente assieme, ed il prima possibile andremo anche a bere qualcosa assieme.

Nah...io resto con i piedi per terra: anche solo sapere di poterla rivedere fa sì che il mio cervello spari endorfine come se piovesse.

Al momento di salutarsi, prima di dirigermi verso lo scooter, non resisto più e metto su la faccia più seria e più adulta che riesco a fare (o perlomeno che credo di riuscire a fare): -Perdonami...ma devo dirtelo: sei la più bella ragazza che io abbia mai visto, davvero. Sei incantevole...fantascientifica direi...quasi irreale… Complimenti sinceri...e grazie per le sigarette...-


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×