scrivi

Una storia di IBonamiciFredducci

Questa storia è presente nel magazine STORIE INTERESSANTI (?)

La Cassiera

25 visualizzazioni

7 minuti

Pubblicato il 15 luglio 2021 in Humor

Tags: #diario #lentezza #rilettura #supermercato #vita

0

All’Esselunga del mio quartiere c’è sempre la stessa cassiera che è addetta alla rilettura.

Io faccio la spesa sempre lo stesso giorno ed alla stessa ora, e becco sempre lei.

E’ una donna di mezza età, di taglia abbondante e con riccioli di un biondo un po’ spento ma, soprattutto, HA UNA FLEMMA ED UNA LENTEZZA CHE IL BRADIPO “FLASH” DI ZOOTROPOLIS PARE L’ESSERE PIU’ RAPIDO DEL PIANETA, A CONFRONTO!

Effettivamente, lenta e calma com’è, mi pare giusto non averla messa alle casse normali perché creerebbe code chilometriche ed incasinerebbe tutto il supermercato (oltre a scatenare rivolte sanguinose da parte dei clienti, con saccheggi, risse, stupri, omicidi ed incendi); ma alla rilettura fa comunque danni gravissimi!!!


Tu arrivi con il tuo carrello pieno di roba che hai già sistemato con accuratezza nei sacchi.

Vuoi solo pagare e levarti dalle gonadi.

Leggi col telecomando il codice di fine spesa e ti appare “RILETTURA”: già ti sale un giramento clamoroso perché il telecomando uno lo usa per fare la spesa ad una velocità impressionante e doverla togliere tutta dai sacchi per poi rimettercela è drammatico; se poi l’addetta alla rilettura impiega una media di 50 secondi per ogni articolo che passa sullo scanner è ovvio che ti sale l’omicidio!!!!!!

Molte volte finisce che nemmeno prendo i bollini, anche se ci sono cose che mi interessano: è lei che te li deve consegnare e, se è impegnata con una rilettura, non te li dà finché non l’ha finita e allora buena, non si può invecchiare aspettando dei bollini per una raccolta punti!!!

Ma dico...guarda un attimo il mio scontrino e dammeli, no??? Tanto al povero tizio (o la povera tizia) che quando ha iniziato a mettere la roba sul nastro aveva 35 anni e ora sta raggiungendo la terza età con la rilettura non cambierà granché, se perdi qualche attimo in più per darmi quei maledetti bollini del cazzo!!!

Oddio...attimo...attimo insomma perché anche il modo in cui ti dà i bollini è lentissimo: prende lentamente lo scontrino che gli porgi, lo osserva lentamente e ancor più lentamente arriva a fine, dove dice a quanti bollini hai diritto; in seguito sembra leggere quella cosa per 22 volte, per sicurezza! E dopo? Dopo firma con calma assurda lo scontrino (e per prendere la penna e portarla fino allo scontrino ci mette una trentina di secondi), te lo porge ad una velocità talmente bassa che hai l’istinto di strapparglielo dalla mano urlando, prende il rotolo dei bollini, lo guarda, ne srotola la giusta quantità che ti deve dare moooolto lentamente come se, facendolo ad una velocità umana, ci fosse il rischio di far deflagrare quei bollini, e fare una strage...e a sto punto ti guarda.

Ti guarda, guarda i bollini.

Ti guarda, guarda i bollini.

-MA CHE CAZZO GUARDI!!!!!??????????? PENSI CHE ASSOMIGLIO AI BOLLINI???

Hai visto il mio scontrino: ti dice di darmi 5 bollini!!! Vuoi darmi quei fottutissimi 5 bollini, cazzo??? Non ce la faccio piu’!!!-

Naturalmente ste cose le pensi e non le dici e lei, dopo aver guardato un po’ te ed un po’ i bollini tra le 7 e le 13 volte, li strappa e te li porge sempre con una lentezza disumana.

Ma non volevo parlare dei bollini…


Oggi RILETTURA PARZIALE!!! E’ figa la rilettura parziale: non devi togliere nulla dalle borse e l’addetta ti controlla random il numero di articoli che dice lei. Perfetto, veloce, non fastidioso!!!!

Non fastidioso ma, appena sul display leggo “rilettura parziale”, volto lo sguardo in direzione delle casse per la rilettura e c’è lei!!!

C’è la donna col dna da bradipo!!!!

C’è lei ed ha appena iniziato a fare la rilettura di una tizia, con cui ci scambiamo una occhiata che ha il significato di una bestemmia.

Mi avvicino alla cassa ma non dico nulla, perché so già che lei risponderebbe semplicemente “Appena ho finito qui vengo”.

L’unica cosa che posso fare è aspettare che finisca.

Intanto si forma una coda, perché una signora anziana arrivata pochi attimi dopo di me ha pure lei la rilettura parziale, ed un tizio ha la rilettura totale: avrà circa 60 anni e credo che la morte per vecchiaia, per lui, sopraggiungerà prima di poter uscire dal supermercato.

Vorrei piangere.


Mi immagino un gruppo di rapinatori armati fino ai denti, che le intimano di aprire la cassa e dar loro tutti i soldi che ci sono dentro: posso affermare con estrema certezza che quella obbedirebbe a quei delinquenti, ma con la sua solita lentezza!!!

Ci metterebbe ore per aprire il cassetto e tirar fuori i soldi, quindi già mi vedo che uno dei delinquenti le piazza un proiettile in mezzo alla fronte e ci pensa lui, urlando: -Io i soldi delle rapine me li voglio godere: se aspetto te esco da qui che ho 90 anni e che cazzo mi godo!?-


Ho anche l’istinto di mollare il carrello con la spesa lì, ed uscire gridando teatralmente: -BUENA: Martedì torno al lavoro e non posso sprecare quel che resta delle mie ferie invecchiando qui!!!!!!-.

La rilettura della tizia procede: la cassiera si muove alla consueta velocità di 1cm ogni 10 minuti.

La cliente le chiede qualcosa che non comprendo (in quel momento in testa mi era partita nientemeno che “Nothing in this world” di Paris Hilton!), ma la cassiera le risponde con velata scortesia!!!!

Oltretutto è pure scortese e sgarbata!

Ma Dio paziente: fai perdere delle ore, per colpa tua che sei lenta come un bradipo, a gente che usa il telecomando per far prima e, se ti chiedono qualcosa, sei pure sgarbata???

Vorrei ucciderla...ovviamente però non lo farò. E’ stata sgarbata anche con me un paio di volte, e quindi ho imparato la lezione e mi rivolgo a lei dicendole solo e soltanto 3 frasi:

-Salve, ho la rilettura-

-Salve, ho la rilettura parziale-

-Vorrei i bollini, per favore-


Sembra fatto apposta, ma ci si mette pure la cassa a rompere i coglioni!!! Si blocca: non vuole aprirsi!!! A fine rilettura ci mette almeno 2 minuti per aprire il cassettino e poi altri 2 per stampare lo scontrino, nonostante la cassiera bradipo continui a premere tasti e perfino lei si incazzi per la lentezza della macchina!!

Questa cosa mi dà da pensare: quindi la cassierabradipo non si rende conto di essere lenta?

Se si incazza con la cassa perché si blocca ed è lenta significa che non si rende conto di essere in primis lentissima lei!!!!

Quindi non lo fa apposta, per infastidire i clienti?

Sì, la cosa più sensata a cui ho pensato è che facesse ogni movimento ed ogni azione nel più lungo tempo possibile per sadismo, della serie: -Hai preso il telecomando e fatto la spesa a velocità record? Beh...io tanto qui 8 ore devo starci, e fottesega di te!!! Adesso ti farò perdere un minimo di 20 minuti, piccola mia...-

Vabbè...comunque alla fine finisce, le dico la frase numero 2 e si alza e viene a farmi la rilettura parziale.

La signora anziana il cui turno con la bradipa verrà dopo di me, sciaguratamente, le si rivolge mentre legge alcuni dei miei acquisti: -Anche io ho la rilettura parziale...-

Cassierabradipo risponde inacidita: -APPENA HO FINITO QUI VENGO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!-

La signora anziana, già non molto alta, si fa ancora più piccola.

Attenzione, non è finita: frugando tra i miei articoli l’adorata cassiera più lenta dell’universo fa cadere un giornale dal mio carrello.

Il giornale si sgualcisce.

Una voce nella mia testa fa: -Ti prego, non ucciderla: ci manca solo che finiamo in galera-

L’istinto mi dice di prendere la chiave della macchina e quelle di casa, una in una mano ed una in un’altra e, contemporaneamente, infilargliele a fondo dentro gli occhi.

Penetrarle le orbite fino a sfondarle ed arrivarle al cervello.

Sì, cazzo: io quella rivista la colleziono da millenni, e me l’hai sgualcita!!!!!!! ORA TI AMMAZZO.

Mi calmo. C’erano solo due copie della rivista e l’altra era già scassata: non posso cambiarla.

Non posso cambiarla ma mi calmo: non ha senso perdere altri anni di tempo per discutere con Bradipocassiera.

La rilettura parziale va bene. La cassiera più flemmatica dell’universo va dalla signora anziana ed io pago e me ne vado, osservando la mia rivista sgualcita e pensando che, prima o poi, magari avrò la mia vendetta…


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×