scrivi

Una storia di MarcoCasagrande

Gli effetti nefasti del malgoverno di Roma

Le conseguenze degli errori

163 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 25 novembre 2018 in Fantascienza

Tags: #climatica #guerra #maltempo #roma

0

La punizione inflitta a causa di un errore, a volte, è assolutamente sproporzionata. Sei al volante della tua auto, ti distrai per una frazione di secondo e investi un pedone. Il Tribunale Penale ti condanna a sette mesi con la condizionale, quello Civile a un risarcimento astronomico. Anche dopo che hai pagato l'ultimo euro, la famiglia della vittima non smette di odiarti e tu non cessi di essere roso dal rimorso.

Allo stesso modo, lasciar sprofondare nel degrado e nell'incuria la città ancora nota come Caput Mundi può avere un impatto tellurico, imprevisto e imprevedibile.

"Gli effetti nefasti del malgoverno di Roma sono sotto gli occhi di tutti!" Tuona il signore distinto.

Non è un capogruppo dell'opposizione all'Assemblea Capitolina, ma un professore di storia e filosofia in pensione nell'atrio della stazione di Termini, stipato di viaggiatori che esitano ad affrontare la pioggia battente e il caos in cui quest'ultima ha fatto precipitare i trasporti.

La filippica del professore zittisce i sostenitori del sindaco in carica, per la verità pochi, silenti e intimiditi: è stato un po' come sparare col cannone a una formica.

Eppure, il Prof. Di Palo ha addirittura sottovalutato le conseguenze di quell'ennesima giornata di disagi. A pochi metri da lui, infatti, c'è un cinese di mezza età dall'aria dimessa, appoggiato a una macchina per i biglietti. Sembra uno dei tanti, umili immigrati che vivono nella Città Eterna, invece è il colonnello Su Haidong, addetto militare all'Ambasciata cinese di via Bruxelles, fra la LUISS e Villa Grazioli.

Normalmente, Su ingannerebbe il tempo estraendo lo smartphone e giocando a Candy Crush, di cui è un vero campione; quella sera, però, ha la batteria quasi scarica. In ogni caso, gli capita di riflettere su come Roma vada in malora ogni volta che c'è un temporale. Da lì, il pensiero va a certe considerazioni che, negli ambienti accademico-militari, si fanno sulla guerra climatica. A differenza di tanti colleghi, Su non liquida quelle speculazioni come pura teoria o fantascienza. Prima delle parate militari più importanti, l'artiglieria dell'Esercito di Liberazione Popolare non cannoneggia forse le nuvole, dissipandole completamente e sciogliendole in pioggia?

Quindici anni dopo, quando scoppierà la guerra nello Stretto di Formosa, Su sarà asceso al rango di Vice-Presidente della Commissione Militare Centrale, con il grado di generale. La sua rapida carriera sarà stata dovuta agli straordinari risultati del progetto Yu Shi, così battezzato in onore dell'antico dio cinese della pioggia. Sarà appunto Yu Shi a scatenare la terrificante tempesta che devasterà la Terza e la Settima Flotta americane, oltre alle difese costiere di Taiwan.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×