scrivi

Una storia di P3PP4R10

Questa storia è presente nel magazine ROCKET MAN

Travolto dalle tenebre o accecato dalla luce?

La dicotomia LUCE-TENEBRE nelle canzoni di Bruce Springsteen

4.4K visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 06 ottobre 2015 in Altro

Tags: #luce #mitologia #rock #springsteen #tenebre

0

"In principio quando Dio ebbe creato il cielo e la Terra come un’unica casa, l’ombra proiettata dai corpi mondani avvolgeva nell’oscurità le cose racchiuse in essa… in seguito una luce è stata data al giorno e il buio alla notte."

(Ricognizioni Clementine)

E’ con umiltà davvero sincera, anzi con un certo sentimento di soggezione, che scrivo le prime parole di questo nuovo articolo. Quali parole, sufficientemente semplici nella loro sublimità, e sufficientemente sublimi nella loro semplicità, saprò trovare per procedere all’enunciazione di questo mio tema?

Sarò inoltre tanto temerario da contraddire, in maniera pop, le conclusioni cui sono giunti molti degli uomini più grandi e giustamente riveriti, mettendo dunque in discussione la loro sagacia? Tutto merito della mia sfrontatezza e del tocco con cui voglio parlare di un argomento tanto importante. Chi vi scrive, inoltre si preserva dall’esprimere un parere netto su questi argomenti, non sarebbe questa la giusta sede per questo tipo di discussione.

Alcuni dei dischi più significativi realizzati da Bruce Springsteen, negli anni...
Alcuni dei dischi più significativi realizzati da Bruce Springsteen, negli anni...

Su fosforescenze, trekking light e guerre contro l’Oscurità


Da piccolo avevo paura del buio delle tenebre così andavo in giro sempre con una piccola torcia elettrica, o con dei fiammiferi. Con tutto quello che il mio animo innocente sentiva di dover portare per combattere le tenebre. Sentivo in me che una piccola luce mi avrebbe fatto compagnia e aiutato a sconfiggere la paura dell’ignoto, del nulla che “vedevo” e percepivo nell’oscurità. Inquiete Tenebre e lunghe all’universo meni, direbbe il Foscolo, “Brutto cacazzaro che non sei altro!”, mi apostrofava invece mio fratello maggiore, quando mi accompagnava tenendomi per mano, di sera. Ero terrorizzato dall’oscurità, o se vogliamo da quella libertà rappresentata dal buio, libertà di pensiero e di immaginazione, che da sempre sono state presenti in me, specie in età formativa.


Luci e ombre. E’ così che mi piace sintetizzare il concetto di spettacolo, di arte o se preferite, di intrattenimento. Dovendo trattare questo tema ho scelto un artista che conosco bene per poterlo fare al meglio: Bruce Springsteen.


Continua

qui



Dario Greco



Discografia essenziale:

Born in the Usa (1984) -

Greetings from Asbury Park, N.J. (1973)-

Darkness on the Edge of Town (1978) –

Nebraska (1982) -


Bibliografia:

Architettura, misticismo e mito di William R. Lethaby -

Eureka di Edgar Allan Poe -

Cuore di tenebra di Joseph Conrad -


Filmografia:

This gun's for hire di Frank Tuttle -

Blow di Ted Demme -


"Il poeta comprende la natura."
"Il poeta comprende la natura."

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×