scrivi

Una storia di GiovanniBeria

Non sarà più lo stesso il nostro tempo

142 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 11 gennaio 2019 in Poesia

0

Quante volte ho parlato al vento

Lottando col suo urlare atomico tra le rocce

Affinché udissi le parole

Accettandole nel loro più intimo etimo

Senza travisare il senso di quel lamento continuo, dicevi

Stanca della mia cantilena. Nenia

Ch’era poi il solo calore che potessi darti

Senza troppo esagerare

Senza trascendere per il rischio di venire frainteso


E io dovrei sopperire alle tue mancanze, ora?

Alle mie mancanze d’affetto nei tuoi confronti?

No. Non sarà più lo stesso il nostro tempo

Tutto cambia, tu lo sai

E forse è questo il motivo

La spinta

La carica elettrica contraria che ha generato la scintilla

Quella definitiva

Del cambiamento definitivo

Esemplare

L’incomprensione senza alcun termine di paragone

Mai voluto a far media tra i nostri argomenti

Mai assurto a presupposto unificante in noi troppo diversi

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×