scrivi

Una storia di Moonsdaughter

Mi chiamo per nome

scrivere di me

161 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 10 marzo 2019 in Altro

Tags: #me #scrivere #scrittura

0

Ho una testa lontana da qui, dentro c’ho mille pensieri e fuori miliardi di pasticci, miliardi di ricci.

Passo la vita a mettere in ordine i sogni e mi ritrovo sempre con qualche nuovo obiettivo che mi fa sentire viva e mette tutto in disordine.

Corro, vado veloce, prendo, aspetto e perdo treni, mi sembra di essere su una giostra. E non voglio che si fermi.

Ho scomposto e ricomposto me stessa migliaia di volte, ho voluto scrutarmi per vedere cosa c’era di nuovo da dare, per ritrovare qualcosa che era nascosto nei remoti dell’anima e che aveva paura a uscir fuori, ho cantato in mezzo al silenzio.

Ho guardato dietro al cuore per vedere i film dei miei ricordi e i colpi lasciati allo stomaco quando qualcosa non è andata come volevo.

Ho riacceso la luce nei posti più bui, ho arredato le stanze più belle dentro di me.

Ho chiuso tutte le porte e ho nascosto le chiavi.

E chiudere tutte le porte, diventare regina di un regno perduto.

Ciò ha reso il cuore più prezioso, lontano dal mondo, affacciato alla finestra per guardarne i colori senza mai entrarci

Mi chiamo per nome, mi cerco tra la gente, mi rincorrerò ovunque.

E alla fine, mi son trovata nei posti più bui o dove c’era il mare, sdraiata sotto al sole o sotto la pioggia.

Ma è sempre bello perdersi, costruirsi, ricostruirsi, odiarsi e amarsi da sé.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×