scrivi

Una storia di IBonamiciFredducci

Questa storia è presente nel magazine STORIE INTERESSANTI

KRIS & LISANNE - TERZA PARTE

1.4K visualizzazioni

9 minuti

Pubblicato il 01 maggio 2020 in Giornalismo

Tags: #coldcase #horror #misteri #reportage #scomparse

0

Abbiamo parlato dei cellulari, abbiamo parlato delle foto del 1 Aprile (il giorno del loro trip sul sentiero El Pianista) e della misteriosa foto 509 scomparsa. A proposito: prima di andare oltre ci siamo dimenticati la semplice prova regina che dimostra che la foto (o il video) numero 509 sia stata cancellata DOPO che tutte le altre immagini erano state scattate (oltre alle spiegazioni fornite dagli esperti forensi olandesi): se su una macchina fotografica digitale cancelli un’immagine appena l’hai fatta, o comunque prima di scattare altre foto, la successiva che fai prenderà il nome di quella che hai appena cancellato. La foto 508 ritrae Kris che ha appena passato un torrente e l’immagine successiva è la prima delle 90 in stile Blair Witch Project fatte nelle prime ore dell’8 Aprile: la Canon l’ha nominata 510.

Considerando che gli esperti olandesi hanno detto che è impossibile che il file 509 sia stato cancellato direttamente dalle ragazze perché non ha lasciato la minima traccia sulla memory card e comunque sarebbe un po’ inverosimile come cosa, visto che le due non hanno eliminato nessuna foto fin dalla prima fatta dalla partenza dell’aeroporto di Amsterdam-Schiphol, è ovvio che qualcuno ha collegato la Canon ad un computer ed ha eliminato quel file.

Detto questo...andiamo avanti.

Lisanne e Kris hanno provato a chiamare i soccorsi o comunque cercato invano segnale con i loro telefoni in varie occasioni dalle 16:39 del 1 Aprile alle 10:50 del 5 Aprile. Alle 13:37 del 5 c’è stata la prima accensione dell’iPhone di Kris senza immettere il PIN (e in seguito i disturbanti tentativi di accesso con PIN errati). Dove sono state le ragazze in quei giorni??? Sono 4 notti e in pratica 4 giorni!!!

Possibile che si fossero davvero perse???

Abbiamo guardato diverse trasmissioni tv e diversi filmati (anche quello girato dai genitori di Kris che, ad Agosto 2014, vollero ripercorrere il tragitto fatto dalle ragazze, e pure sto filmato apre una valanga di nuovi interrogativi) e pare davvero impossibile smarrirsi in quei sentieri…

Ipotizzando che una delle due si fosse fatta male l’1 Aprile poco prima del primo infruttuoso tentativo di chiamare i soccorsi l’altra, “sana”, avrebbe potuto raggiungere El Mirador dove c’era campo e riuscire a contattare il numero di emergenza (e ci sono diverse fattorie abitate lungo il sentiero El Pianista: avrebbe potuto chiedere aiuto senza problemi): c’è stato per forza qualche evento che ha impedito alle povere ragazze di tornare indietro. Il fatto che nessuno le abbia trovate nonostante la massicce ricerche portate avanti dalla Polizia e dall’Esercito panamensi, dai residenti, dalle tribù locali e dai genitori delle ragazze aiutati da detective esperti olandesi con cani molecolari fa pensare davvero che Lisanne e Kris siano state rapite: se si fossero trovate in zona le avrebbero rintracciate per forza nei 10 giorni di ricerca intensiva!

Qualcuno ha ipotizzato che fossero seguite da uno o più malintenzionati fin da quando hanno superato El Mirador e che ad un certo punto, per seminarlo, abbiano abbandonato il sentiero rifugiandosi nella fitta vegetazione e che siano riuscite a restare nascoste fino alla mattina del 5, quando sono state trovate e prese: questo spiegherebbe il primo tentativo di accesso all’iPhone senza digitare il PIN, oltre che i successivi perché chi le ha rapite avrebbe immediatamente preso i loro telefoni e cercato di accedervi per cancellare eventuali prove (il Samsung di Lisanne era totalmente scarico); ma ripeto che qualche soccorritore avrebbe per forza rintracciato le giovani prima del 5!

Altri credono che siano state prese e portate chissà dove già il primo Aprile ed abbiano provato a chiamare i soccorsi o cercare segnale telefonico quando non erano sorvegliate: questa pare l’ipotesi più sensata e spiegherebbe l’assenza di foto, perché i rapitori avrebbero immediatamente preso loro zaino e Canon; ma perché lasciar loro i telefoni fino alle 13:37 del 5 Aprile? Chi rapisce due ragazze e lascia loro i telefoni??? Dove avrebbero potuto nasconderli, per 4 giorni? Erano giovani, carine e avrebbero potuto nascondere i telefoni solo in tasca ed indossavano solo shorts e canottiere: è orribile da dire ma un malintenzionato (o dei malintenzionati) non le avrebbe rapite ed imprigionate senza neppure toccarle e di certo quei due smartphone sarebbero saltati fuori...ma questa ipotesi è giustificata anche dalle 6 impronte digitali (appartenenti a 6 altrttanti individui) sui loro reggiseni e le 30 sullo zaino (ma quest’ultima cosa non è ufficiale)!

La teoria che vede le ragazze rapite il 1 Aprile poco dopo aver scattato l’immagine 508 (o magari proprio la 509, dove avevano immortalato qualcosa di compromettente) spiegherebbe però anche quanto accaduto la notte dell’8 Aprile: le due sarebbero in qualche modo riuscite a fuggire riprendendosi la macchina fotografica!!!

Prima di parlare di quelle famose foto, però, vorremmo spendere un pensiero: quello che ci ha fatto così fissare con questo caso, a parte la valanga di interrogativi, misteri e contraddizoioni di cui è pieno, è l’empatia che abbiamo provato pensando a cosa debbano aver passato quelle due ventenni tremendamente sfortunate.

Se si fossero perse o una delle due o addirittura entrambe non fossero state in condizione di muoversi (tralasciando il fatto che qualcuno avrebbe per forza dovuto trovarle) avrebbero passato 7 giorni e 7 notti nella giungla. 7 giorni e soprattutto 7 notti nella giungla senza cibo (per l’acqua c’erano i torrenti), vestite leggere, senza una tenda o un valido riparo, senza sacchi a pelo, spesso sotto la pioggia fortissima e in balia degli insetti. Dev’essere una cosa tremendamente spaventosa, roba da uscire di testa, da impazzire letteralmente…

Se fossero state rapite e tenute prigioniere e fossero riuscite a fuggire il 7, a parte tutto quello che avrebbero subito nei giorni e nelle notti precedenti, quelle 3 ore in cui hanno scattato le 90 immagini come devono essere state? Quanto terrore devono aver provato, quanta disperazione??? Povere ragazze, davvero: di certo non meritavano di vivere una simile esperienza...


Scoprimmo questo caso perché “All That’s Interesting” posta sempre dei rimandi in fondo ad ogni articolo e, in uno che parlava di un caso di una persona scomparsa in modo misterioso, in fondo diceva qualcosa che tradotto suonava tipo “se ti è piaciuto questo articolo, perché non leggi il caso del vero Blair Witch Project?”. Ok, suona un po’ di dubbio gusto, ma ovviamente questa cosa ci attirò… e quindi parliamo delle 90 disturbanti immagini notturne...

90 foto scattate dalle 1 alle 4 di notte dell’8 Aprile, circa una ogni due minuti. Nessuna pare avere senso anche se, sapendo la storia, naturalmente diventano angoscianti ed inquietanti. All’inizio ne sono state rese pubbliche solo 3 dicendo che erano le uniche in cui si vedeva qualcosa e le altre non mostravano niente se non il buio; poi via via una fonte anonima ha iniziato a postarle tutte quante (come è stato fatto anche per tutte le immagini della Canon ed anche quelle delle altre memory card delle ragazze e potrete trovarle tutte senza problemi con una semplice ricerca su google) e non è assolutamente così. L’immagine che abbiamo rinominato “foto 1” è stata “migliorata” in miliardi di modi e in tanti ci vedono una persona in piedi che pare aspettarle in basso nel dirupo (le ragazze dovevano essere in alto, con le spalle coperte dalle rocce) ma reputiamo questa cosa una immensa vaccata e quindi abbiamo messo l’immagine originale giusto per mostrare l’atmosfera e farvi rendere conto del luogo in cui si trovavano la Kremers e la Froon...

Hanno provato a migliorare e modificare anche tutte le altre foto con le più assurde tecniche digitali e decine di sedicenti “esperti” ci hanno visto valanghe di cose diverse.

In una hanno addirittura visto un corpo disteso, in altre cose paranormali…

La foto 2 mostra pezzi di un sacchetto (che effettivamente paiono di colore identico a quelli di uno che compare in una delle foto che le giovani hanno fatto alla stanza dove dormivano nella casa di Miriam Guerra) ed è stato ipotizzato che si trattasse di un rudimentale segnale di SOS; ma chi cazzo mai avrebbe potuto vedere simili accrocchi in una foresta con fitta vegetazione anche in pieno giorno? Oltretutto mai sarebbero durati fino alla luce del sole, perché stava piovendo in modo molto forte… La Foto 3 mostra pezzi di carta, quello che sembra uno specchio (ol il fondo di un tubo di Pringles) e la fibbia di uno zaino su una roccia, e anche quella è stata interpretata come un segnale di SOS improvvisato.

Un’altra ipotesi su queste due immagini è che fossero dei segnali per indicare la presenza del cadavere di Kris...già, perché in tanti davano per scontato che le 90 foto fossero state scattate da Lisanne che aveva accanto, o comunque vicino, il corpo senza vita della compagna!

Perchè questa ipotesi? Per colpa della FOTO 5, che il giornalista che per primo la rese pubblica (senza il permesso della famiglia) mostrò in quel modo, ossia in formato finta polaroid e coperta da un’altra finta polaroid, sostenendo che in quella immagine si vedesse chiaramente che Kris aveva una profonda ferita alla testa e che l’aveva coperta per quel motivo!!! L’immagine originale (FOTO 6) non presenta la minima traccia di sangue o di ferite ma, anzi, apre un mistero in più perchè a quel punto Kris si trovava nella giungla da 7 giorni e quella era l’ottava notte: i suoi capelli non sono incredibilmente troppo puliti e oltretutto asciutti, visto che in molte delle altre foto si vede piovere (come nella FOTO 4)????


Sono state davvero Lisanne e Kris a scattare quelle foto? In nessuna immagine si vede Lisanne e non si vede mai chiaramente neppure Kris!

Dando per scontato che davvero siano loro ad averle fatte, perché?

Per farsi luce, mentre cercavano di scappare? Degli esperti hanno detto che, se tu volessi usare un flash per illuminarti il cammino in piena notte in mezzo ad una foresta, otterresti l’effetto contrario perché ogni lampo ti accecherebbe momentaneamente e non ti aiuterebbe certo ad abituarti all’oscurità: se avessero davvero voluto illuminare un minimo il loro cammino avrebbero dovuto usare il piccolo display lcd della Canon Powershot! Oltretutto basta guardare gli scatti per rendersi conto che sono stati fatti tutti nello stesso posto, e quindi le due non stavano cercando di andare da nessuna parte ma erano ferme.

Hanno scattato tutte quelle foto solo per usare il lampo del flash per spaventare eventuali predatori? Ha senso; ma qualsiasi animale abbia tentato di aggredirle lo ha fatto per ben 3 ore consecutive, e senza mai che nemmeno un paio di occhi luminosi si vedessero in una delle immagini???

Hanno provato a segnalare col flash la loro presenza ad eventuali soccorritori??? In piena notte non c’erano squadre di soccorso attive, tantomeno elicotteri in cielo…

Se erano riuscite a fuggire dal luogo dove qualcuno le aveva tenute prigioniere per ben una settimana (o quasi 3 giorni, se le avessero prese il 5) che senso avrebbe avuto rendersi visibili lampeggiando col flash per ben 3 ore???? Se sei fuggita da un posto dove ti hanno seviziata per giorni vuoi nasconderti, non certo mostrare la tua posizione!

Erano semplicemente in preda a terrore estremo, forte paranoia ed allucinazioni, dovute a tutto quello che avevano passato???

Ad ogni modo la FOTO 7 è l’ultima immagine presente nella Canon Powershot. Sembra Kris. La macchina fotografica non ci dice più niente, ma la storia di Kris Kremers e Lisanne Froon è tutt’altro che finita, così come gli interrogativi, i misteri e le assurde contraddizioni…

CONTINUA...


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×