scrivi

Una storia di Stegia18

Questa storia è presente nel magazine Lettere e Poesie

Testamento

119 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 28 maggio 2020 in Poesia

0

Una vita passata a galleggiare,

cercando solo di non affogare,

ogni speranza è stata vana,

ogni battaglia mi ha visto perdente


Tutte le sere mi riaddormento

con la speranza di non svegliarmi,

ma poi arriva ancora il mattino

e la delusione del nuovo giorno


Allora mi appresto, novello Sisifo,

a trascinare il triste masso

di una vita infelice

non ancora finita


Il sangue vermiglio che rapido sgorga

è la promessa del Nulla che avanza

un vuoto assoluto che tutto cancella,

un vuoto totale che tutto risolve.


Non vedo l’ora che arrivi il momento

che metta fine a questo tormento.

Non voglio essere ricordata,

ma solamente dimenticata.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×