scrivi

Una storia di Adaclaudia

Questa storia è presente nel magazine La scrittura: specchio o lente d'ingrandimento?

Pascoli docet

95 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 17 febbraio 2021 in Poesia

0

Oh Claudiettina vestita di verde

cosa ci fai sola soletta

lungo i sentieri della collina

che lì ti videro spuntare un dì.

Seguo la strada che sale sul bricco

in compagnia del mio p.c.

che non mi costò un picciolo invero

ma è il più caro che mai si costruì.

Porto il portatile che mamma mi fece

e che aggiorno sempre ogni dì,

a resettare ogni tanto conviene

brutti ricordi o giù di lì.

Tra i “ preferiti” le esperienze

e quegli affetti di gioventù;

la gioventù che sento nel cuore

e non nella scocca questo si sa.

Poi tutto il resto ha poca importanza

perché io credo che in verità

oltre beccare, cantare ed amare

non vi siano altre felicità.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×