scrivi

Una storia di Ginacos

La Tempesta

191 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 27 gennaio 2019 in Altro

Tags: #Cambiamento #coraggio #dimenticare #passato

0

Appeso al muro sinistro della mia piccola cucina c’è un foglio con le tue belle parole scritte sopra, con un inchiostro nero scuro.

Ogni giorno che passa nella mia piccola cucina entra il vento dalla finestra, lo faccio entrare io per rinfrescare l’ambiente dai cattivi odori, quel foglio ne risente, l’angolo in alto sta iniziando a piegarsi.

Capita a volte che cucino pietanze elaborate, a me piacciono mi mettono allegria e anche ai miei nuovi amici, impazziscono per quei sapori, l’inchiostro su quel foglio però non gradisce, si sente aggredito dal vapore e sembra quasi colare L, si scioglie dal dispiacere.

Un giorno dovevo rientrare a casa, ho aperto la porta ed è entrata una Tempesta, una di quelle che sembrano voler cancellare tutto ciò che c’è attorno e lasciare al Fato il compito di ricostruire tutto.

Non era proprio mia intenzione far entrare quel caos nella mia piccola cucina, ho esclamato: “Signora Tempesta lei non può spazzar via tutti gli oggetti della mia cucina!”, ho provato a chiudere la porta, ma la tempesta si opponeva, si insinuava dentro.

E poi ho visto quel foglio he tentava ostinato di rimanere incollato alla mia prete, allora ho lasciato andare la maniglia della mia porta, ma non so perché, forse testavo la resistenza del foglio, o forse quanto fosse testarda la Tempesta.

Il foglio era diventato fragile, sembrava un altro e distrutto dai suoi cani tentativi è caduto fragile al suolo e la Tempesta l’ha trascinato via, fuori dalla porta e non si è neanche voltato a salutarmi uscendo.

Ho chiuso la porta e dentro era tutto in ordine c’erano tutti i miei oggetti, “Incredibile” ho esclamato “Mi scusi signora Tempesta, lei voleva guardare solo la mia cucina!”.

Il giorno stesso spazzavo il pavimento, ho guardato in alto e c’era un alone sulla parete sinistra, non sapevo cosa lo avesse provocato, “C’era un foglietto” ha detto la mia amica seduta sul divano.

Il foglietto! Lo avevo già quasi dimenticato.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×