scrivi

Una storia di Charlie

logo sfide intertwine

Questa storia partecipa al contest
Write Here, Write Now.

DOMANI

Non accettare caramelle dagli sconosciuti.

421 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 13 settembre 2018 in Storie d’amore

0

Copriti che fa freddo, guarda prima di attraversare, non accettare caramelle dagli sconosciuti. Eccola, la sacra trinità delle raccomandazioni che ci siamo sentiti fare dai genitori.

Santi genitori, loro ce la mettono davvero tutta per proteggerci eppure cresciamo e quei consigli che sembravano le leggi dell'universo, ci sembrano più le frasi che trovi nei biscotti della fortuna: avrai dodici figli, fortuna negli affari, mangia tutte le verdure se vuoi diventare grande e forte.
Cresciamo e ci sentiamo sempre più saggi, più furbi, con tutti i mezzi per prendere le decisioni giuste. Usciamo di casa senza prendere l'ombrello perché la ragazza del meteo, i cui sogni di attrice si sono scontrati con un vortice di alta sfortuna, ci ha detto con aria rassicurante che il sole avrebbe rischiarato la giornata. Al sole non importa della scollatura della ragazza del meteo, dei tuoi programmi e ancora meno delle tue scarpe firmate da trecento euro: sono le tre del pomeriggio e comincia a diluviare e puoi dire addio alla tua permanente, alle tue scarpe da trecento euro e alla tua salute. Jackpot! Complimenti.

Quante volte ci saremo distratti ad attraversare una strada, magari perché eravamo al telefono, perché c'era una bella ragazza che passava, o un cane o una nuvola che ci ricorda il viso di qualcuno.

Sulle caramelle però tutti ci sentiamo bravi. A me non piacciono nemmeno.

Quello che, però, ci manca, quando cresciamo, è qualcuno che ci dica che le caramelle si trasformano in caffè, in birre, in richieste d'amicizia.

Così quando sentiamo quel bip della notifica, apriamo, accettiamo e siamo fregati.

Almeno io lo sono stata.

È solo un tipo simpatico.

Che ti ha invitata per una birra senza la sua ragazza.

È solo una birra.

Un serial killer.

È solo una birra!

A casa sua con un divano.

A me nemmeno piace la birra...

Metterà della musica.

...però assaggiata dalle sue labbra ha proprio un buon sapore.

Prima che ti accorga che quel sapore di felicità non è tuo e se ne andrà prima di domani.




Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×