scrivi

Una storia di IBonamiciFredducci

Questa storia è presente nel magazine STORIE INTERESSANTI

Il Vero Mistero Del Caso Elisa Lam

106 visualizzazioni

3 minuti

Pubblicato il 12 febbraio 2021 in Humor

Tags: #recensioni #diario #pensieri #misteri #crime

0

Il vero mistero nella assurda morte di Elisa Lam sono sti due.

Sti due nella foto.

Sti due inglesi.

Erano in vacanza ad L.A. e risiedevano nel Cecil Hotel proprio nei giorni della scomparsa della giovane sino-canadese.

Sti simpaticoni, già più volte intervistati all’epoca e tra i protagonisti della docuserie Netflix della premiata ditta Ron Howard e Brian Grazer, sono i primi a cui vorrei fare una domanda.

Domanda sincera.

Una domanda dal più profondo del mio cervello (il cuore è solo una pompa fatta da tessuto muscolare e alimentata da impulsi elettrici: non contiene sentimenti e tantomeno domande).

Vorrei guardarli negli occhi, dopo averli squadrati da capo a piede con la faccia di chi sta osservando un animale curioso tipo quelli che potrebbero stare solo in Australia, e domandare loro…

In italiano...poi tradurrei per farmi comprendere.

Urlando.

In tono acutissimo, di quelli che ti fa vibrare tutti gli strani ossicini che abbiamo nelle orecchie e si riverbera all’interno della scatola cranica.

UNA SOLA DOMANDA: -MA COME L’AVETE????? COME CAZZO L’AVETE????-.

Sti due stronzi alloggiano nella parte più malfamata di L.A., in uno degli alberghi più malfamati e “maledetti” di tutta questa stupida palla azzurra che viaggia nello spazio…

Dal rubinetto della loro fetente stanza (senza bagno) esce, con fatica e rumori in stile film horror, acqua marrone o nera.

ACQUA MARRONE O NERA.

DAL TUO CAZZO DI RUBINETTO SCASSATO ESCE ACQUA MARRONE O NERA CON RUMORI INQUIETANTI E TU CHE FAI? TI CI LAVI E LA BEVI!!!!!

TI CI LAVI

LA BEVI

LA BEVI

LA BEVI???????????????????????????????????????????????

Io non berrei mai l’acqua dell’impianto idrico di un albergo nemmeno se fosse il più lussuoso dell’universo e anche se fosse più ghiacciata e cristallina di una fonte montana, cazzo!!!!

In California la penuria di acqua è un problema risaputo e mai risolto, quella che esce dai rubinetti è di qualità infima...e sti due matti bevono quella nera o marrone che esce dal rubinetto del lavandino della loro stanza nel peggior hotel nella peggiore parte di L.A.??????

MA COME CAZZO L’AVETE??????????

-Aveva un sapore strano, dolciastro, orribile...- ha detto con tranzollanza lei, sia all’epoca che nella docuserie odierna.

Aveva uno strano sapore dolciastro? Orribile? Te credo, porco Tensing: stavate bevendo un grazioso infuso di Elisa Lam in decomposizione!!!!

Ovviamente i due non potevano sapere che nella cisterna da dove arrivava l’acqua per il loro lavandino ci fosse il cadavere della sfortunata ragazza; ma come può venire in mente, ad una persona sana di cervello, di bere acqua nera o marrone????????????

Poi dice che son rimasti traumatizzati a vita perché han bevuto per giorni infuso di cadavere; ma come cazzo ti viene in mente di bere una simile acqua?????? Dovresti restare traumatizzato a vita perché ti rendi conto di quanto sei coglione o di quanto sei zozzo e completamente ignorante riguardo l’igiene e la salute, cazzo!!!! Nessun animale del pianeta (a sto punto eccetto gli inglesi) berrebbe mai acqua nera dalla consistenza un po’ gel!!!!!


Elisa Lam stava male, pace all’anima sua. La polizia di L.A. stava male. La Direttrice del Cecil stava male (la vederei bene come villain nella nuova serie di Dexter). Lo staff e tutti gli ospiti del Cecil stavano male. Morbid stava male. I cospirazionisti del web stavano male e persino Ron Howard e Brian Grazer stanno male, perché hanno confezionato una docuserie iperspettacolarizzata e molto fuorviante: con omissioni ad arte e piccoli taroccamenti atti a confondere lo spettatore e far funzionare il trip fino alla puntata finale…

Stavano tutti male; ma quelli che stavano peggio di tutti erano sti due inglesi che hanno tranquillamente bevuto dell’acqua nera o marrone, che sgorgava con fatica e tra atroci rumori dal fetido lavandino di uno dei più famigerati alberghi del Pianeta Terra.



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×