scrivi

Una storia di Samanthapriolo

Anima dissolta nella pioggia

La scelta di non vivere per poter vivere

169 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 03 marzo 2019 in Poesia

0

Anima dannata, rinchiusa e dimenticata che si dissolse nella pioggia.

Prima cadesti e ti frantumasti in rivoli d'amore per poi volare oltre l'immensità del cielo.

Ti liberasti della sofferenza e dal dolore scegliendo un tragico destino.

Quel giorno pioveva, i vetri sembravano bagnati da infinite lacrime,

apristi la finestra per respirare e ogni goccia di pioggia divenne ago sulla tua pelle.

Ti avvicinasti ad un grande specchio, indugiando un po' sui fragili passi, ma nello specchio

la tua immagine non era già più riflessa,

allora ogni dubbio scomparve per lasciar posto alla certezza.

Il mondo perse colore e rumore intorno a te.

Non esitasti ancora a lungo prima di afferrare le lamette e incidere i bianchi polsi.

Si, faceva molto male, quanto la vita stessa, impietosa la morte venne a consolarti.

Sangue caldo iniziò a scorrere sui tuoi ricordi, finché questi si fecero deboli e ti addormentasti nelle braccia delle speranza.

La speranza che qualcosa di migliore ti avrebbe atteso, accolto.

E ad ogni primavera la brezza del mare sussurra il tuo nome, mentre sotto il sole brilla il tuo

sorriso, ora che hai trovato la pace e puoi riposare

cullata e protetta dai grandi cipressi intorno a te.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×