scrivi

Una storia di Semaxa

Audizioni X Factor 2018 le esibizioni più belle

#XF12 Audizioni 2

520 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 20 settembre 2018 in Giornalismo

2

Le mille voci di Camilla Musso

Fly Me To The Moon di Leonardo Parmeggiani

La fine del mondo di Anastasio

Testo:
Aspetta... non sono pronto ancora,
guarda ho ancora l'etichetta, non so andare in bicicletta o fare i cento all'ora
Mai corso una maratona, superato ostacoli,
non ho mai visto il Napoli di Maradona


Ho le licenze scadute da un pezzo
Quella poetica da rinnovare o levare di mezzo
Abbatto la clessidra orizzontale per fermare il tempo
a patto che smettiate di soffiare per cambiare il vento


E il freddo che avanza, l'anima sintetica, l'estetica dell'ansia
E se oggi potessi cambiare il mondo lo farei domani.


Non mi rompete il cazzo con ‘sta fretta di decidersi, lasciatemi, non fatemi alzare dal letto
Scendetemi di dosso con ’sta fretta di decidersi voi, voi non fatemi alzare dal letto.


Ma voi davvero volete le cose semplici?
Inflazionarvi le emozioni con i pezzi sempre identici? Beh...

Io sono stanco delle cose normali,
io non ho tempo delle cose normali.


E di certo non mi alzo dal letto per cose normali
Tu non mi credi? Io vengo a romperti i pensieri,
ti toglierò l’ossigeno e la terra sotto i piedi.
Io vengo a romperti i pensieri.


Io mando giu l'arsenico, non lascio manco più le goccioline
xanax come noccioline e pare da rimpicciolire.


E sogno un mondo che finisca degnamente
Che esploda, non che si spenga lentamente.


Io sogno i led e i riflettori alla Cappella Sistina
Sogno un impianto con bassi pazzeschi.
Sogno una folla che salta all'unisono fino a spaccare i marmi, fino a crepare gli affreschi


Sogno il giudizio universale sgretolarsi e cadere in coriandoli
sopra una folla danzante di vandali.
Li vedo al rallenty, miliardi di vite


Mentre guido il meteorite sto puntando lì.

Io sogno i led e i riflettori alla Cappella Sistina
Sogno un impianto con bassi pazzeschi.
Sogno una folla che salta all'unisono fino a spaccare i marmi, fino a crepare gli affreschi.


Sogno il giudizio universale sgretolarsi e cadere in coriandoli
sopra una folla danzante di vandali.
Li vedo al rallenty, miliardi di vite
Mentre guido il meteorite sto puntando lì.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×