scrivi

Una storia di Adaclaudia

C'era due volte il barone Lamberto

( tu chiamale , se vuoi, recensioni )

34 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 17 febbraio 2021 in Recensioni

0

“Purché se ne parli”, la formula tradotta ad elisir di lunga vita o meglio alla formula che se ne fa un baffo della naturale progressione del tempo e, ingranata la retromarcia, ne cancella le impietose tracce.

Ambientando il racconto sull’isola di San Giulio, nel Lago d’Orta, l’ autore (Gianni Rodari) sottrae a quel luogo la tradizionale aura di silenzio meditativo che conoscevo per la presenza di un convento di suore di clausura per destinarlo ad una fantasmagorica girandola di persone e personaggi: collaboratori devoti, un nipote non propriamente disinteressato (eufemismo estremo), turisti olandesi, direttori di banca coi relativi segretari, boscaioli, briganti, giornalisti, boy scouts…

La storia si irradia anche sul territorio lì viciniore in un minuzioso riferimento ai paesini che si affacciano sul Lago d'Orta, per poi citare anche quelli dell'entroterra e delle valli vicine.

Il mio spirito campanilistico nell' ascoltare i nomi familiari mi coinvolge ed intenerisce, per chi invece non è del luogo potrebbe essere un buon invito a conoscerli dal vivo.

Il personaggio silente, forse il motore di tutto, il torrente Nigoglia, che scorrendo da sud verso nord rivoluziona le regole prestabilite.


Isola di Sa
Isola di Sa
Orta
Orta
Orta
Orta
Isola di San Giulio
Isola di San Giulio

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×