scrivi

Una storia di Francescodip

ZAMAN SU GIBI AKIYOR (ITA/ENG)

(ITA/ENG)

160 visualizzazioni

7 minuti

Pubblicato il 15 giugno 2021 in Viaggi

Tags: #Turchia

0

Il Tempo scorre come l’Acqua


Turchi dagli occhi profondi siedono per le strade come su troni d’avorio, ricoperti di sete preziose e colorate, loro bevono caffè e con voce solenne mi dicono: “Zaman Su gibi akıyor”: “il Tempo scorre come l’Acqua”. E’ interessante scoprire proverbi e modi di dire, capire come il linguaggio influenza il pensiero ed i meccanismi sociali e relazionali. Sono affascinato dal fatto che qui leghino il tempo al fluire dell’acqua, mentre noi lo associamo all’aria (“Il tempo vola” o “time flies”). Sono entrambi concetti interessanti, ma preferisco legare il tempo all’acqua, il fluire delle cose allo scorrere di un fiume, un po’ come faceva Eraclito con il suo “Panta Rhei Os Potamòs” (Tutto Scorre Come un Fiume). Non è possibile fare la stessa esperienza per due volte, dato che ogni cosa, nella sua realtà apparente, è sottoposta ad un continuo mutamento. Se ogni momento è unico nelle nostre percezioni, allora è importante viverlo profondamente; fortunatamente negli ultimi due mesi sono riuscito ad assaporare ogni giornata, questo ha lasciato che il tempo non solo scorresse come acqua, tinta dai raggi di Sole (Güneş), ma che volasse via velocemente come fanno gli uccelli in Primavera (Bahar).


La mia esperienza lavorativa al Kaizen Gate Hotel & Training Center e con Artis NGO mi tiene occupato con la gestione di progetti internazionali legati a non-formal education, arte e tematiche sociali, ma ho anche tempo per sviluppare le mie iniziative personali che curo in modo particolare in Italia; anche queste hanno a che fare con arte, musica e cultura. Si tratta di due esperienze diverse, nella prima sono il braccio, nella seconda la mente; sento di imparare tantissimo da entrambe. Mi ritengo anche molto fortunato di essere riuscito a fare network con addetti ai lavori del panorama culturale turco, specialmente nel settore artistico e musicale e sono convinto che da queste nuove conoscenze fioriranno idee e progetti che permetteranno un continuo scambio reciproco e collaborazioni lavorative principalmente legate a quello che più ci piace fare: veicolare l’arte e renderla un mezzo di diffusione di messaggi ideali e sociali, un modo per unire ed educare, per fare esperienza collettiva di quello che ci dà ispirazione e meraviglia.


Negli ultimi giorni mi sono recato ad Istanbul con Kaan Cengiz, il mentore a cui sono affidato per lo svolgersi del programma EYE, per incontri lavorativi con diverse organizzazioni ed aziende specializzate in training ed eventi. Nel tempo libero, ho avuto modo di perdermi nella mia Istanbul.

Ecco alcune parole estrapolate dalla mia solita Moleskin verde, sempre presente quando la mano, come sotto incantesimo, comincia a muoversi secondo traiettorie dettate da intuizioni e stupori della mente:


04/06/21

“È finalmente arrivato il 4 giugno; mentre scrivo, attraverso le nuvole e scorgo la Grande Città dall’alto. Istanbul, non vedo l’ora di vederti, di perdermi nelle tue strade, ascoltarti in riva al Bosforo e curiosare tra i tuoi Bazar.” […] “È la quinta volta che ti incontro eppure ho un sentimento contrastante; ogni volta è come la prima volta, allo stesso tempo però le sensazioni che provo mi indicano che quello di questa vita non è che un ritorno. Da qualche parte, nel futuro o nel passato, devo essere appartenuto alla Grande Città.”


06/06/21

“La mia penna è leggera al risveglio dei sensi. Questo primo pomeriggio, che ai miei occhi appare fresca mattina, è denso perché ricco di pensieri. Mentre scrivo, ascolto Istanbul, il suo perenne brusio di sottofondo ed il canto dei suoi uccelli.” […] “Eccoci fra le strade appariscenti di Moda e Kadıköy, dove compro due dischi, 45 giri, di musica Sufi e folklorica turca.”


Manca poco più di un mese al mio ritorno Italia, Zaman Su gibi akıyor, e come sempre, il meglio deve ancora arrivare.


“Hayat en güzel hediye”

“La vita è il dono più prezioso”


Francesco Diperno

14/06 - Fethiye, Turkey


Time flows like Water


Deep-eyed Turks in the streets sit on ivory thrones, covered in precious and colorful silks, they drink coffee and solemnly say to me: "Zaman Su gibi akıyor": "Time flows like water". It is interesting to discover proverbs and ways of saying, in order to understand how language influences the way of thinking, the social and relational mechanisms. I am fascinated by the fact that here they represent time with the flow of the water, while we associate it with air ("Time flies"). Both of them are interesting concepts, but I prefer to link time to water, to see the flow of things as a river stream, a bit like Heraclitus did with his "Panta Rhei Os Potamòs" (Everything Flows Like a River). It is not possible to have the same experience twice since everything, in its apparent reality, is continuously changing. If every moment is unique in our perceptions, then it is important to live it deeply; fortunately in the last two months I have been able to live profoundly every day, and this made time not only flow like water, dyed by the sun's rays (Güneş), but made it fly away quickly as birds do in Spring (Bahar).


My working experience at Kaizen Gate Hotel & Training Center and with Artis NGO keeps me busy with the management of international projects related to non-formal education, arts and social issues, but I also have time to develop my personal activities that I take care of especially in Italy, dealing with art, music and culture. These are two different experiences, in the first I am the arm, in the second I am the mind; I feel like I'm learning a lot from both of them. I also consider myself very lucky to have been able to network with professionals of the Turkish cultural scene, especially in the artistic and musical fields and I am pretty sure this is the starting point for long-term ideas and projects that will allow a continuous mutual exchange and collaborations mainly related to what we like to do the most: benefit from art by making it a tool for spreading ideal and social messages, a way to unite people and educate, to have collective experiences of what gives us inspiration and wonder.


In the last few days I have been in Istanbul with Kaan Cengiz, my mentor in the EYE program, for working meetings with several organizations and companies specialized in training and events. In my free time, I had the chance to get lost in my Istanbul. Here are some words from my usual green Moleskin, always present when the hand, as if enchanted, starts to move according to unknown direction led by intuitions and wonders of the mind:


04/06/21

"Finally It’s June the 4th; while writing, I crosse the clouds and see the Great City from above. Istanbul, I can't wait to see you, get lost in your streets, listen to you by the shores of Bosphorus and snoop in your Bazars." [...] "It is the fifth time I have met you, yet I have conflicting feelings; every time it is like the first time, however at the same time the sensations I feel tell me that the one of this life is nothing more than a comeback. Somewhere in the future or in the past, I must have belonged to the Great City.”


06/06/21

"My pen is slight while the senses softly awake. This early afternoon which to my eyes appears like a fresh morning, is dense because it is full of thoughts. While I write, I listen to Istanbul, its perpetual buzz in the background and the singing of its birds." [...] "Here we are among the flamboyant streets of Moda and Kadıköy, where I buy two 45 rpm records, one of Sufi music and the other is more Turkish folklore."


In a month I will be back in Italy, Zaman Su gibi akıyor, and as always the best is yet to come.



“Hayat en güzel hediye”

“Life is the most precious gift”


Francesco Diperno

June the 14th - Fethiye, Turkey


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×