scrivi

Una storia di angelaaniello

Che importa se?

Per tutti i bimbi che, petali al vento, cercano una Voce, l'Amore!

386 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 17 marzo 2019 in Altro

Tags: #amore #bimbi #diversit

1

Che importa se a volte non so prenderti per mano e guardarti negli occhi?

Si è rovesciato il mondo nel mio sguardo e non ci ho capito nulla.

Come te voglio essere felice e quando è il momento della mia gioia, batto le mani rumorosamente, e non ho tempo, e non ho spazio.

Che importa se non so dirti le parole giuste?

Il mio cielo è buio quando ho paura di te che non comprendi. Butto all'aria quello che ancora non so e disordino la settimana e i giorni di festa. E se piove, assomiglio alla pioggia che scivola addosso e, se fa freddo, mi sento spoglio come l'inverno perché non mi abbracci, perché non ti appartengo.

Che importa se il mio viso si trasforma quando mi arrabbio e corro veloce come il vento?

C'è una sfida tra me e il vento, mi sento fluttuare nell'aria, mi sento sprofondare nella terra. Traccio percorsi diversi e inciampo come le foglie e sono maldestro nell'afferrare le cose. Eppure vorrei solo giocare e dipingere con i pennelli le ore a colori.

Che importa se lavoro di fantasia e poco di realtà e vorrei essere un supereroe pieno di mille poteri?

Quando rido, vedo la bellezza riflessa in uno specchio e penso: "sono a casa con il mio cuore contento!". Ma tu non sorridi, non accetti e punti il dito alla mia diversità.

Allora mi sento sbagliato, il mostro che io allontano, fuori tempo, fuori luogo.

Che importa se schiamazzo come un'onda spumosa e strido come colori mal accostati?

La mia musica non si spegne, non sparisce, non mi abbandona. E quando strofino le labbra è perché vorrei un bacio o se chiudo gli occhi è perché spingo i sogni lontani come le nuvole. Sgusciano come ovatta silenziosa. Come sono arrivato io qui. E dello stesso silenzio mi accompagno per non sentire i brividi della solitudine.

Che importa se pensi che non mi accorga di quel che accade intorno?

Non fanno rumore i miei pensieri, non fa rumore il mio star male. Ho le mie ferite, le mie lacrime e mi arrampico per rovesciarmi come il mondo ed entrarci da una porta laterale, forse più giusta, forse più adatta.

A me importa se mi ami, se mi cerchi come il tuo tutto, se apri i palmi ai miei ritmi con occhi lucidi e innamorati.

A te importa che posso anche perdonarti?

Io sono solo un petalo di Dio che danza e tu la sua intolleranza. Se non sai come inventarmi, ti dirò che puoi sempre imparare.



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×