scrivi

Una storia di Filomoro

Tavolara

44 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 07 novembre 2020 in Poesia

0

La sensazione è quella dello stupore di fronte a tanta bellezza.

La fortuna di poter essere proprio io a goderne,

con gli occhi, con il corpo e con la mente.

La bramosia di condividere con chi sai che apprezzerà.

Adesso, una chiamata, una parola.

"Mamma, sono sull'isola di Tavolara,

un posto magnifico.

E' quasi l'ora del tramonto,

c'è pochissima gente intorno,

l'acqua del mare è calda,

la sabbia sotto i miei piedi è ancora tiepida

e il sole scalda ancora.

Riesci a vederla coi miei occhi?"

E la sua risposta commossa,

il suo respiro rotto dall'emozione

e poi la voce del babbo,

stanca ma felice di sentirmi.

Cosa c'è di pi bello di far scendere una lacrima salata per loro?


Tavolara 17 Agosto 2018


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×