scrivi

Una storia di Blackeye097

"R"

Una storia d'amore da raccontare. Una storia vera.

640 visualizzazioni

18 minuti

Pubblicato il 14 ottobre 2018 in Storie d’amore

0

L'amore...tutti abbiamo vissuto nella nostra vita una storia contenente l'amore ;oggi io vi racconto la mia.

Ci siamo visti , ci siamo innamorati e ci siamo messi insieme.

HA , magari, troppo facile.

Inizia tutto con la mia decisione di cambiare scuola. Perche' ?E' una risposta che non ho mai trovato.

Il 16 settembre 2015 fu' il mio primo giorno di alberghiero , un'emozione stupenda (baggianate, stavo mezzo addormentato), una volta entrato in classe ed essermi presentato , mi siedo , diettro di me due "tipe"..(Un reperto archeologico racconta che le due scoprirono la mia vita privata piu' il gruppo sanguinio in 5 minuti ). Una di loro si chiama Sara , un nome stupendo che lei non sa pronunciare. Uno dei suoi pregi era proprio questo, la "R" moscia. Una R moscia che io amavo , amo e amero' per sempre. Bhe , qui inizia il bello , vi immaginerete che tutto da qui sara' una bella storia d'amore, succosa e sdolcinata , bhe amici vi sbagliate. Le cose belle si sudano.

Lei , una brava ragazza , "casa e chiesa" , io invece ahhhhh, il contrario , e fidanzato (un chiaro segno che la vita ti prende per culo è quando ti serve il nome dell’amore della tua vita su un piatto d’argento ma tu sei con qualcun altro.) .Insomma io essendo fidanzato nn ci provai con nessuna delle ragazze della classe, anche se questo poteva essere discusso da altri occhi e da altre lingue, per spiegarvela in breve facevo lo scemo con tutte , tranne che con lei. Parole sue in un dialogo tra me e lei "ma se ci provavi con tutte , e con una faccia da cagnolino bagnato e occhi lucidi , tranne che con me".Non facevo lo scemo con lei perche' lei era diversa , e si vedeva , lei era vera , semplice e dolce, fare lo scemo con lei significava prenderla in giro , e io nn avrei mai potuto prendermi gioco di quella anima bella. Lei gelosissima, sopratutto di Siria , la mia compagna di banco , una ragazza con la quale non c'e' mai stato nulla piu' di una bella amicizia , ma allora non si vedeva cosi da fuori, specialmente non nei suoi occhi.

Con il passare del tempo man mano iniziavamo ad avvicinarci sempre di piu' , a me intrigava il suo carattere , i suoi modi di fare , la sua 'R'.

Un giorno , nell'ora di alimentazione io seduto ad un banco , lei ad un altro , stavamo chattando, e dopo varie messaggiate mi esce una frase ;scusate amici , ma e' una frase che solo lei potra sentire dalla mia bocca o leggere dalle mie mani, anche solo in un racconto. E' da li che forse ci siamo avvicinati molto, perche' subito dopo abbiamo avuto una lunga conversazione e io ho capito piu' cose di lei.

Nel frattempo io mi lasciai , forse una notizia stupenda per lei , anzi sicuramente. Ma le cose belle arrivano con un prezzo.

Di lì a poco sarebbe arrivato il momento di partire , trasferirmi in un'altra citta' , in un altro paese. Prima di questo giorno che vi sto per raccontare io e lei fuori scuola non ci eravamo mai visti, anche se si notava un'attrazione reciproca. Arrivó il giorno , il giorno posso dire piu bello della mia vita , due giorni prima di partire , era il 6 maggio 2016 ci eravamo organizzati per uscire stare un po' insieme per poterci salutare , io lei ed un’altra ragazza e compagna di scuola.. il suo nome è Marica , andammo in pineta , ci siamo divertiti. Arrivato il momento di andare a casa, accompagnai prima Marica e poi lei , arrivati davanti il suo cancello scendemmo insieme dalla macchina e parlammo ancora per poco , ci abracciammo e ci salutammo. La vedevo camminare verso casa , con un dolore , quello del desiderio di qualcosa che non si può avere. Ma lei e' testarda , allora si gira e corre verso di me , mi abbraccia e mi bacia. Il bacio più bello che io abbia mai ricevuto. Si ed è tutto merito suo.

L'8 maggio partii di nuovo..ci continuammo a sentire per chat , per telefono , insomma avete capito.

Toccando una storia , un inizio.

Dopo svariati mesi in Inghilterra tornai, tornai da lei, ci siamo visti , ed e stato stupendo , ricordi i baci ai piedi della torre amore? Dopo poco dovetti ripartire , e si cominció ad accennare ad una storia a distanza alla quale dissi di no.Una scelta difficile , ma giusta , giusta per lei , giusta per una ragazza che doveva vivere , vivere un sentimento e vivere una persona che avrebbe potuto accarezzare, anche se con un dolore immenso nel cuore ho dovuto porre fine a tutto cio'. Non scrivendole piu per mesi , lei finalmente ebbe la forza di andare avanti , e trovare un ragazzo. Il ragazzo che doveva accarezzarla al posto mio...

Allora pensai di scriverle di nuovo credendo che non ci sarebbe più stato il rischio che rimanesse bloccata ad aspettare me. Incominciammo nuovamente a parlare come prima , come amici , migliori amici. Parlavamo quasi tutti i giorni e se così non era, ogni due massimo tre in altri periodi.

Lei mi raccontava tutto e io raccontavo tutto a lei. Ci eravamo teoricamente rassegnati al dover essere amici.

Ma la vita gioca brutti scherzi e questo lo sappiamo . Tornai nuovamente , ci siamo visti , quanto era bella, non potete capire la bellezza di una donna se la guardate solo con gli occhi.

Andammo in un centro spa quel giorno , tante piscine , tanto sole , e solo noi nellla mia testa.

Sapete quanto sia difficile spendere una giornata intera a dirsi in testa “ora la bacio” , “no meglio di no”, “no non posso”, “ma la voglio baciare”... bhe è tanto difficile.

In un lato vicino a delle piscine era presente una piccola cascata con dietro, scavata nella roccia , una panchina . Lei va a sedersi lì ..io pure e lei ancora una volta ,mi bacia.

E da quel momento per il resto della giornata ci rubammo altri due o tre baci , pienamente consapevoli che era sbagliato. Quella e' stata l'ultima volta che la vidi.

Continuammo a parlare per chat , chiamate lunghe intere ore.

Non abbiamo mai smesso di parlare, mai smesso dentro di noi di volerci.

Io aspettavo lei , era l'unica ragazza che poteva riempire quel vuoto , quel vuoto che lei aveva scavato per potersi sedere per il resto della mia vita.

Non avrebbe mai potuto essere riempito da nessun altro.

Ma la vita , non gioca solo brutti scherzi , la vita dopo il gioco ti da il premio.

Mi arriva un messaggio , lo guardo e vedo il suo nome , o meglio <<Vita mia>> come la tenevo salvata in quel periodo, lo apro e leggo :”Mi ha lasciata”.

Avete presente quella sensazione in cui tutto si ferma attorno a voi , non vedete e sentite piu nulla oltre il vostro battito cardiaco che batte a mille, che grida all'impazzata di gioia , quel momento in cui vorresti saltare in aria fino a toccare le stelle e prenderne un pizzico per ricordo.Quel momento in cui vorresti dire tanto , ma ti esce solo : <<ah, mi dispiace..>>.

Da lì per giorni parlammo come sempre , fino ad una sera. Lei SI, come sempre, e' sempre la prima.

Mi fa una domanda , voleva sapere cosa io provassi veramente per lei , e io aprii il mio cuore dinanzi a lei. La cosa era reciproca , ci volevamo senza orma di dubbio, allora decidemmo di iniziare una storia a distanza.

Inizio tutto il 16 luglio , un regalo di compleanno stupendo essendo che avrei compiuto gli anni il 19, ossia tre giorni dopo.

Iniziammo questa storia a distanza , nemmeno ci eravamo visti da poco meno di un anno , ma lo volevamo , lo volevamo davvero. Allora perche' aspettare?!?

Il 27 luglio tornai da lei..

Avete presente una settimana da Dio ?

Bene , quella per me e' stata una settimana da sogno.

Ed e' ora che inizia il bello , e' qui che tutto comincia a prendere livelli, non eravamo più alle basi , man mano cominciavamo a salire , si comincia a vivere. Man mano ci siamo innamorati sempre di piu.

Imparare dai propri errori o dagli errori degli altri , e' un consglio che vi invito vivamente a prendere in considerazione, se trovate quello che vi rende felici non lasciatelo scappare per nessun motivo al mondo , perche io sono stato fortunato a ritrovarlo ma non tutti , purtroppo, hanno la mia stessa fortuna.

To be continued...








"NORTH TERMINAL"


E così mi son dovuto separare dalla tua mano nuovamente, una sensazione che fa male , male da morire. Vederti allontanare in quel corridoio mi è sembrato di cadere e di non potermi rialzare più..gli ultimi baci che ci siamo dati sono stati stupendi , in mezzo alla gente esistevamo solo noi , l'aeroporto era vuoto non c'era nessuno attorno a noi e poi solo quando mi hai lasciato la mano tutto è diventato grigio e cupo , le facce delle persone le vedevo talmente vicine da sentirmi oppresso e spaventato .

Amore mio volevo solo dirti che già mi manchi , che questi righi sono solo per te che questo cuore è solo tuo. Ti amo.


Ora torniamo a noi , sapete qual’è il bello di avere una ragazza pazza e scema ?

Che non ti annoi mai , e non puoi mai prevedere quello che le passa per la testa, specialmente quando deve partire per un viaggio , il primo vero viaggio , la prima volta in aereo DA SOLA (ed ho già detto tutto).

Il ventisei dicembre era il giorno in cui avrebbe dovuto prendere l’aereo , era molto emozionata e non vedeva l'ora di arrivare a Londra da me , anche se molto probabilmente nella sua mente sarebbe arrivata a Parigi (data la sua poca esperienza e testa un po’ pazza), e anche nella mia, ma questo non lo diciamo in giro , anche perche per ora non aspiro ad istinti suicidi.

Erano le otto e trenta del mattino più o meno quando effettuo una chiamata per vedere in che zona dell’aereoporto si trovasse , e lei cosa mi risponde ? "Amore sto ai cazzicchi dove si butta l'acqua “(cazzicchi: parola fortemente nascosta per secoli con un significato ancora da chiarire) decifrato e tradotto vuol dire che stava iniziando ad andare ai controlli per l’imbarco e quindi si trovava ai distributori per il rilascio di liquidi .

E' finalmente atterrata , la vedo uscire dalla porta degli arrivi , corro verso di lei con un mazzo di fiori in mano la prendo in braccio facciamo due giravolte e ci buttiamo a terra baciandoci , la gente attorno a noi che applaude e fischia, poi mi sono svegliato.

I fatti sono andati diversamente , bhe fino a "la vedo uscire dalla porta degli arrivi" è tutto vero, poi l'ho abbracciata e baciata e ci siamo avviati verso l'uscita dell’aereoporto , quindi alla macchina e infine al nostro albergo.

Attivati in albergo apriamo i regali che non ci eravamo potuti scambiare il giorno prima.

Lei mi ha fatto un regallo bellissimo , una polariod, la sua intenzione era quella di voler riprendere i nostri momenti felici e da poterlo portare sempre con noi. Dall’apertura dei regali fino alla mattina seguente ho un vuoto di memoria sono spiacente.

La mattina seguente dopo una colazione da ricovero in ospedale ci dirigiamo verso Madame Toussand, il museo di cera con centinaia di visitatori normali e un idiota (che sarei io) che si fa le foto in modi indecenti muaahahahahaa . É solo che è stato stupendo , ma solo perche c'era lei e io ero me stesso, poi a seguire il Dungeon , Coca Cola London Eye e altre attrazzioni della bella capitale.

ah , quello che non vi ho detto è che abbiamo mangiato male, ma davvero davvero male , in 4 giorni forse avremo fatto solo un pasto che possiamo considerare umano, per il resto stendiamo un velo pietoso.

Il trenta siamo tornati nella città in cui abito , Birmingham.

Abbiamo passato Capodanno a casa con la famiglia e amici , poi i giorni seguenti sono stati semplicemente stupendi , non abbiamo fatto chissà che cosa ma sono stati fantastici .

Abbiamo guardato film per la metà del tempo e per l'altra metà bhe ho un vuoto di memoria (aaahhhh).

L'ultimo giorno siamo andati a fare shopping , era il secondo tentativo di shopping dato che al primo effettuato a Londra di 100 negozi lei è stata in grado solo di andare a comprarsi una felpa al Disney store. Il secondo tentativo a Birmingham sembrava andare meglio dato che almeno è riuscita a mettere piede anche in altri negozi fino a quando non mi sono reso conto che dopo averla portata in vari necozzi , sei o sette circa alla fine è stata comunque in grado di comprarsi una maglia con le figurine di Harry Potter, una maglia di Gamr of Thrones , una di Mr.Skellington ed una normale che in realtà ho scelto io .

Detto questo se non si fosse capito abbastanza ho per ragazza una pazza fan del fantasy cresciuta tramite la Disney. Adesso ditemi sto con una diciottene o una bimba? (e non prendermi piu in giro che te sei uguale a me).

Ora guardo alla mia destra e lei non c'è ma ci sto parlando proprio in questo momento per messaggi , quindi sono felice , sono felice di avere lei accanto a me , sono felice che ci sarà lei a tenermi la mano sinistra quando la destra sarà occupata a tenersi al bastone per non cadere , o forse avró una sedia a rotelle volante chi lo sa.

Vi ho raccontato il 10% di tutto , la nostra storia non può essere raccontata a parole, può essere vissuta e se volete vivere una storia come la mia non perdete mai la fiducia in voi stessi e non accettate che qualcuno vi porti via la felicità , combattete per quello che volete e sarà vostro.

E dillo che con me ti diverti.




"QUALCOSA DI INDESCRIVIBILE"

I primi 2 capitoli sono stati raccontati dalla persona a cui tengo di più al mondo, ma avete solo appena iniziato a sentire la storia e solo dal suo punto di vista.

Ora ve la racconto per come la conosco io.

Ti ho conosciuto tra i banchi di scuola in un giorno che poteva essere definito come qualunque altro, finchè non si apre la porta e vedo entrare questo ragazzo : ciuffo fatto , maglietta color beije indosso, un paio di pantaloni di jeans con qualche buco qui e lì e in spalla uno zaino con delle converse disegnate sopra. Tutti possono aver visto un ragazzo come gli altri, ma non io. Io appena ho visto quel ragazzo ho avuto come un flash , una visione.. ho visto noi due vicini e mano nella mano.. nulla di più.

Per qualcuno leggendo questo può sembrare stupido o ingenuo, di pura fantasia ma vi invito ad ascoltare tutta la storia prima di poterlo pensare.

Dopo poco conosco questo ragazzo, si chiama Alex e ha 18 anni .Avete presente quando si dice che le ragazze sono un tantino psicopatiche e a tratti stalker, ecco ,io sono quella ragazza. In men che non si dica riuscii a scoprire un po' tutto di quel ragazzo, chi era , qualche hobby, le amicizie, a breve il gruppo sanguinio e a mio rammarico anche che era fidanzato.

A quella notizia ci rimasi un po' male e decisi di lasciar perdere inizialmente quella mia fantasia. Col passare dei mesi iniziai a vedere anche come si comportava ,mi piaceva , mi attirava e mi intrigava sotto molti punti di vista ma non osavo muovermi o fare un passo verso di lui dato che vedevo oltre a tutti gli aspetti che mi piacevano di lui anche cose che non apprezzavo così tanto, come certi comportamenti riferiti alle mie vecchie compagne di classe tranne che con me .

Per questo motivo non mi sono mai avvicinata più di tanto a lui, non ce la facevo ed avevo paura che potesse prendermi in giro. E' andata avanti così per mesi finchè non iniziai a notare qualcosa di diverso in lui, non scherzava più come prima e non si comportava più come prima con le altre ragazze . Notavo qualcosa di diverso in lui ma non riuscivo a capire cosa.

Una sera alle 4 di notte mi arriva un messaggio da parte sua dove chiedeva ;" ehi mi manderesti i compiti che hanno assegnato oggi?"

Si lo so, assolutamente stupido dato che oggi invece di chiederti se ti va di uscire con loro ti chiedono se gli mandi i compiti, ma vabbè lasciamo perdere.
Da quella sera in poi abbiamo iniziato ad avvicinarci un po' in più e a conoscerci un po' in più.

Iniziavamo a legare davvero e lo sentivo sempre più vicino a me.

Un giorno a scuola eravamo seduti vicini di banco e tra una chiacchiera ed un' altra cominciamo ad entrare in argomenti un po' più riservati. lì ho capito davvero che tipo di persona lui era e da come mi ero aperta con lui capì che potevo fidarmi .

Un giorno mi arriva da lui una brutta notizia , una notizia che avrei preferito non sapere mai, lui doveva partire, doveva trasferirsi.

Ci demmo appuntamento per poterci vedere un paio di giorni prima che lui partisse, ma con noi purtoppo c'era anche un'altra ragazza e allora compagna di classe. Andammo tutti e tre in pineta e ci divertimmo molto ma quando fù il momento di tornare a casa lui accompagnò prima lei e poi me. Arrivati fuori casa mia rimaniamo a parlare ancora un po', ci abbracciamo e ci salutiamo . Sapevo che c'era qualcosa di più tra noi, lo sapevo ma non capivo perchè lui non mi baciasse, o perchè non facesse qualsiasi altra cosa nei miei confronti che mi facesse capire qualcosa in più o che mi desse una qualche conferma di quello che pensavo , ma nulla.
Alla fine dopo un lungo abbraccio, ci salutiamo e mi avvio verso casa di spalle a lui ma con ancora il suo sguardo nel mio. Essendo un tipo che non ha mai creduto agli stereotipi decido di fermarmi pensare solo per mezzo secondo a quello che io volevo e di ricorrere indietro e baciarlo , quella sensazione...wow ... quella bellissima sensazione di essere tra le sue braccia era qualcosa di indescrivibile che non potrò mai dimenticare.

Finisce anche quel momento e la magia di quel secondo svanisce e tutto torna alla normalità.

Ci salutiamo per l'ultima volta e lo vedo salire in macchina ed andare via.

Parte e dopo quel momento continuiamo a tenerci in contatto e a sentirci spesso , ci eravamo rassegnati al restare amici dato che lui non voleva intraprendere una storia a distanza, a me andava bene o quasi..o per niente..ma per lui andava bene, preferivo essere felice con lui così che non averlo proprio al mio fianco.
Dopo circa un anno di visite alla toccata e fuga e continui messaggi e chiamate ad un certo punto lui ..scompare.
Niente, non avevo più telefonate, messaggi, sue notizie , non avevo nulla e ci stavo male, molto male..
Non sapevo allora perchè ma l'ho scoperto dopo, lui voleva che io vivessi la mia vita senza di lui, voleva che io fossi felice senza di lui così decise di rompere ogni tipo di rapporto con me.
Io stavo malissimo , ma davvero davvero male non facevo altro che pensare a lui e ai suoi occhi, finchè non iniziai ad andare avanti in un certo qual modo , conobbi un ragazzo , pensai che magari avrebbe potuto funzionare così ci mettemmo insieme. Nel frattempo Alex decise di ricontattarmi , ricominciammo a parlare e a fare finta che nulla fosse successo diventando migliori amici. Dopo poco piùdi un anno fu chiaro che quel ragazzo con cui stavo non era la persona giusta per me e di punto in bianco ci lasciammo ponendo una fine a quella storia che non mi faceva stare bene. Alex mi è sempre stato vicino nonstante io capissi che da parte sua c'erano ben altre intenzioni oltre all'amicizia ma allo stesso tempo non capivo perchè non muovesse un passo verso di me prendendosi quello che voleva. Così una sera decisi di andargli io incontro e di prendermi quello che io volevo . Per quanto fossi continuato a negarmelo per tutto quel tempo i miei sentimenti per lui non erano mai cambiati così lo affrontai di petto e gli chiesi cosa provasse davvero per me. Lì i nostri cuori si aprirono completamente e risultò evidente l'amore che provavamo l'uno per l'altro, ed era bello cavolo, così bello poter ritrovare quella complicità, quella pace, quella sensazione di serenità che da tanto mi mancava ed era così bello vivere quella sensazione con lui.

Dopo poche settimane lui ha preso un aereo e si è presentato da me , abbiamo passato una settimana stupenda, piena d'amore, piena di parole e piena di emozioni e ricordi che mai potrei dimenticare.
Da quel momento sto vivendo e continuerò a vivere la storia più bella che mi sia mai capitata e questo solo perchè la sto vivendo con te.
ti amo amore mio, ti amo da morire e ti amoerò per sempre , sei tutto quello che ho sempre sognato fatto realtà.
Spero che tutti possano vivere almeno una volta nella vita una storia così, non bisogna mai arrendersi anche quando tutto e tutti sono contro di te, mai arrendersi perchè le cose belle si sudano e non sono mai facili, ma quando le ottieni ti sembra di volare.
La distanza ci ferisce e ci fa star male ma presto finirà, manca poco amore mio, TI AMO.



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×