scrivi

Una storia di Roberto98

L'eclisse

55 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 28 marzo 2020 in Poesia

0

Sento di attingere con il mio sangue

A un canto altrui con il mio inchiostro

Non più Io ma già Vostro


Una preghiera da un volto

Che vive dietro la mente

Dal profondo del corpo

Una pietra che mi lega più a fondo


Sussurri dal mare

Nasce in eclisse un'idea senz'ossa né carne

Come una scossa che trema e brucia più in là

Ombra oltre la porta


Traccio una linea d'ordine e cerco il mio forte

Un regno d'orrore oltre la nebbia di notte

Traccio la tregua, una pace, il quadrato

Ma ancora sento quel canto, io morto

Vivo ma già più non sono


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×