scrivi

Una storia di Crisprando

Questa storia è presente nel magazine c'era una volta...

IL CAMMELLO BEIGE

563 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 24 marzo 2019 in Fiabe

Tags: #ceraunavolta #fiaba #cammello #buonanotte #amicizia

0

C’era una volta un cammello di città, molto particolare per il colore del pelo, un bel beige.

Veniva ammirato da tutte le persone, nello zoo in cui viveva; lo accarezzavano, gli davano le noccioline e cercavano di parlargli, anche se inutilmente.

Oddio, in realtà lui capiva perfettamente le lingue umane, ma fingeva di conoscere solo il cammellese, come tutti gli altri cammelli, perchè era più comodo così.

Il suo migliore amico era un camaleonte dell’Amazzonia.

Si conoscevano dall’infanzia anzi, da quando erano nati, nello zoo, perché si trovavano nella stessa gabbia.

Un giorno, però, litigarono, perché il camaleonte aveva rubato una delle noccioline che avevano dato al cammello. Da quel giorno non si parlavano più.

Qualche tempo dopo, il cammello doveva essere trasferito nel deserto, perché era troppo vecchio per stare ancora nello zoo. I guardiani andarono a prenderlo e lo caricarono su un furgone.

Poco dopo essere partito, il cammello si rese conto di avere il camaleonte sulla schiena, nascosto nel pelo.

Durante il viaggio il cammello e il camaleonte parlarono a lungo del motivo per cui il camaleonte lo aveva seguito: voleva fare pace, perché erano troppo amici e per questo voleva anche convincerlo a ritornare allo zoo insieme a lui… E ci riuscì !!!

Appena arrivati nel deserto, dopo che il furgone fu partito, i due si misero in viaggio per tornare allo zoo, a piedi.

Il camaleonte riusciva, incredibilmente, a leggere le mappe e il cammello eseguiva gli ordini e seguiva le indicazioni.

Purtroppo, però, la mappa era al contrario e quindi furono costretti ad intraprendere nuovamente il viaggio.

Dopo centinaia di chilometri e centinaia di merendine energetiche riuscirono ad arrivare in uno zoo, ma era quello sbagliato.

Si ricordarono, allora, che la città aveva più di 10 zoo e avrebbero dovuto controllarli tutti.

Non era facile passare inosservati in una città, controllare se uno zoo era giusto e, se non lo era, proseguire nella ricerca.

Naturalmente, lo zoo giusto fu l’ultimo che visitarono.

Nella loro gabbia trovarono un cammello sostituto, più giovane, ma che nessuno umano guardava: non era del beige giusto.

Allora escogitarono un piano per farlo andar via: fu sufficiente dire che fuori dallo zoo c’era una cassa di noci e il cammello giovane corse fuori. Per poco non andava anche il cammello beige, che non si ricordava che non era vero.

Una volta nella gabbia il cammello trovò un cucciolo di camaleonte, che mangiava la sua nocciolina e allora, capito tutto… L’amico l’aveva rubata per il suo camaleontino! Il cammello ora era zio !!!!


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×