scrivi

Una storia di FrancescoBellezza

Cerbiatto

298 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 05 febbraio 2020 in Poesia

Tags: #Esistenzialismo #Poesia #Riflessione

0

Oppresso dalla società

dal mio ufficio uscii

perseguitando libertà,

verso enormi praterie.


Eccomi qui:

finalmente sento

l'essenza del mio vero essere

fluire dentro di me.

Mi guardai intorno:

cresceva rigogliosa

la natura splendente.

Rideva il sole dall'alto,

conoscitore di una sconosciuta realtà.


Sentii qualcosa in me mutar:

guardai il mio corpo

divenir cerbiatto.

Provai a parlar,

ma parola a me fu ormai proibita.

In fondo ero riuscito così

a fuggir

dalle mie carceri quotidiane.


La vita proseguiva felice,

immerso nella natura.

Improvvisamente un proiettile mi colpì,

in pieno petto.

Un dolore lancinante attraversò

il mio corpo martoriato.

Eccomi qui:

sdraiato e ucciso da un membro

di quella società

che più disprezzavo.


Ironia della sorte, non trovate?

Ero riuscito a scappar

ma la società e la nera scure

mi riuscirono infine a ritrovar.


Ma non tutto sarebbe concluso:

il mio corpo,

prima o poi,

verrà riconsegnato

alla vera natura

del nostro essere

e nel divenire

riusciremo a comprenderci

ed accettarci per quello che siamo.

Sentendomi vicino a non riaprire più

i miei occhi da cerbiatto

capii una cosa soltanto:

di non aver alcun rimpianto.


Ma non solo:

ora comprendo

il perché

di quel sole ridente.

Alla morte non si può sfuggir;

non è una società

che ci rinchiude in una cattedrale senza finestre.

I nostri atomi sono intrisi

di una fine maledetta

fin dalla nostra nascita,

in qualsiasi forma vivente

anche in quelle che parte non fanno

di quelle comunità di persone

e di riti sociali.


Chiusi gli occhi

e dimenticai di essere.



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×