scrivi

Una storia di angelaaniello

Dello Stupore l'odore

536 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 22 settembre 2018 in Altro

0

Dammi stupore pieno d'universo,

battito di luce fremente,

contrada d'animo mai spento,

assolato incanto d'occhi

sparpagliati nel vento dell'essere

granaio di vita.


Ballava il grano quel giorno. Danzava senza farsi domande sulle pagliuzze d'oro riflesse intorno.

Ballava la terra nutrita di sole fra salti di nuvole stanche all'abbaiar di cani in corsa d'amore.

Ballavo io perché sentivo la vita mietere speranze. Vagavo nella solitudine d'un paesaggio che mi apparteneva. Forse perché vi tornavo dopo tanto tempo.

Forse perché la Puglia fra le sue righe lo contiene tutto l'ardore della sua bellezza impetuosa.

Azzurre chiome il mare e pelle d'ambra le messi. Lapislazzuli i cieli immensi.

Mi sembrava di essere al centro d'un anello perfetto:

può essere il cuore una lettera senza fine?

Se prende il volo e non è orfano di luce, accade insieme allo stupore con un odore inconfondibile.

Pensai d'un tratto che bisognava saperlo ascoltare e guardare mordicchiando l'intimità che ci lega.

Udivo l'eco della tua voce lontano anni luce. Come un flusso trascinato via ma mai rotto.


Somiglia ai bambini lo stupore

odore di felice trama

nell'elasticità d'un sorriso

levato su un tappeto di foglie,

clorofilla di gioia.


Eri partenza e ritorno ed ero permeabile ai ricordi perché mi piaceva passeggiarci dentro.Nel tempo delle cose riflesse persino i sogni entrano in contatto con gli angoli più straordinari della mente.

Ed ero preludio, il tuo, di quella mattina d'inverno che ci aveva resi così estranei sul prato nero sbuffante di caparbietà.

Com'è il crepitio della vita? E che colore ha la certezza?


Quando te l'avevo chiesto, eri scoppiato a ridere. Amavi i tuoi ulivi a tal punto di temerli. Contavi le rughe dei tronchi e le accostavi ai tuoi anni, fendendo l'aria con dita nodose ma sicure.


Prestami la voce del silenzio,

senza far troppo rumore.

Bianco d'origine

il bottino della felicità

è una favola

da raccontare sempre.




Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×