scrivi

Una storia di Pmconsulting

UN NUOVO INIZIO  (?)

88 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 16 dicembre 2019 in Fantascienza

0


https://www.youtube.com/watch?v=G-Z46tUTxQY&list=PL94gOvpr5yt1w5OvRNqhZUUfvcC47jWFg&index=9


Era inutile cercare di opporsi, discutere o anche solo intervenire nel progetto, il presidente e tutti quanti nella stanza più o meno “segreta” del palazzo dell’ONU ormai se ne rendevano pienamente conto, “loro” avevano deciso, l’esperimento di sviluppo di una civiltà intelligente tramite l’innesto genetico su specie presenti sul pianeta non era, come eufemisticamente lo descrivevano, “pienamente riuscito”, e quindi avevano deciso il trasferimento su altri pianeti, ma in modo mirato questa volta, in modo da poter avere un controllo più preciso su un eventuale sviluppo sociale e tecnologico della razza che si definiva umana....

Guardando fuori un brivido gelido passo lungo la sua schiena ormai curva e stanca....

Quello che vedeva dalla finestra e che aveva visto durante le sua “uscite” dalla prigione dorata dove “loro” li avevano reclusi gli ricordava i vecchi film di fantascienza: auto abbandonate, edifici in rovina, animali che si aggiravano ovunque...

Ma il peggio doveva ancora arrivare....

Tutte le sostanze inquinanti e velenose chimiche, biologiche e nucleari, in tutti i siti dove erano prodotte, distribuite ed utilizzate, senza più alcun controllo si sarebbero inesorabilmente diffuse su tutto il pianeta, trasformandolo presto o tardi in una palla cosmica di roccia e sabbia arida e sterile.....



All’inizio i sui sentimenti e il suo stato d’animo erano, diciamo così, altamente “variabili” soprattutto per il fatto che la sua vita non era mia rientrata con precisione negli standard della società dove viveva, quindi ora l’idea del progetto di ri-evoluzione genetica della razza umana tramite trasferimento, ordinato in modo più o meno “gentile” e convincete dagli alieni, non sapeva se gli piacesse o meno, tra l’altro non era proprio così giovane da immaginarsi un nuovo inizio ma comunque la sua innata curiosità e propensione l cambiamento anche delle più semplici abitudini lo stimolava....

Ed era successo....

Si era svegliato in quella che sembrava una caverna vera...

Ma dai davvero dovevano ricominciare come uomini preistorici ??!!...

Ma la “caverna” in effetti era un po' particolare: riscaldata, con un bel pavimento comodo e piatto, anche se il fatto che fosse completamente vuota lo spinse ad uscire ed incontrare quelli che sarebbero stati i suoi futuri compagni e compagne, cominciarono quindi a muoversi e organizzarsi ma qualcosa non quadrava, e più passava il tempo meno la cosa lo convinceva....

E un certo punto si rese conto ...

Tutti uguali, tutti della stessa razza umana, nessuna faccia diversa, nessun colore diverso....


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×