scrivi

Una storia di Teresa

Qualcuno di reale

235 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 15 marzo 2019 in Scienza

0

Stavo passeggiando in mezzo al delta del Po alla ricerca di qualcosa di surreale, di fantastico e all'improvviso spostando un ramo pieno di foglie lucenti vidi una corte formata dagli animali in mezzo alla natura. Spiccava tra di loro un cigno, in piedi su un tronco. Veniva definito dagli altri un re per la sua maestosità e l' eleganza, lo chiamarono cigno reale.

Non sapevo se fosse un maschio o una femmina per il semplice fatto che erano molto simili tra di loro come due gocce d'acqua. Aveva delle zampe nere che si confondevano nella terra e delle piume bianche che sembravano nuvole. Mentre volava si poteva osservare tutta la sua grandezza, teneva il collo teso come se fosse preoccupato per qualcosa e muoveva le ali in modo lento ed armonioso. Ad un certo punto decise di scendere in picchiata e lentamente atterrò sull'acqua, immerse la testa e il petto risalendo poi con delle piante acquatiche e degli insetti. Era la fine dell'autunno il periodo migliore per vederlo avvicinarsi ad un altro cigno, e insieme si librarono in volo come due scintille vedendoli sparire in mezzo alle nuvole.

Era stato uno degli migliori spettacoli che la natura potesse offrire senza dover ricorrere a un copione o a una messa in scena.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×