scrivi

Una storia di Bendik018

Un corpo

una carne...

159 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 27 febbraio 2019 in Poesia

Tags: #Erotismo #Donna #Corpo #Sesso #Passione

0

Un corpo, una carne d’ottone,

senza nome questo nuovo

bacio sotto al nero sole,

di un fiore il petalo e di bronzo

il colore, che scintilla in quel mio sogno.

Isonzo, qual bel nome, mai più bello

delle curve del mio nuovo giorno,

del mio nuovo cuore.


Ed ho nuovi occhi per godere di questo corpo

Dio da morto non si offende, non dispera,

vera è la sua pelle e d’oro le sue spalle,

amarle è compito che impera.


La sera arriva e di voluttà mi vesto,

investo il mio animo di fiori splendenti,

I miei denti affondo in quel meraviglioso rame,

con fame, ti assaporo mia nuova stella,

bella questa meravigliosa nuova emozione.


Cado nel sublime erotismo

di magnetismo animale si tratta,

intatta la mia gola per il sesso,

cipresso che veglia sopra, d’ombra


sotto esso la tomba del Signore.

Ma passa un attimo e mi disgusti,

in spazi angusti del mio cervello ti relego

ti segrego, ora allontanati, cala e vattene puttana.


Che strana questa mia anima impulsiva,

lasciva di sangue del mio Dio

ed Io non faccio che disperare

di questo mio non atto d’amare.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×