scrivi

Una storia di GioMa46

Questa storia è presente nel magazine TRAVELOGUE

'HUMAN'

(On the Music Composed by Armand Amar)

162 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 30 marzo 2019 in Poesia

0

Immagine di copertina CD
Immagine di copertina CD

HUMAN

(On the Music Composed by Armand Amar)


Faces…

how furrows of plow in the Earth

beds of ancestral rivers as roads

highways of a pierced

remote

what returns on the wake of the Time

abandonment and gone up again

awakening and recovery

and then again

regress and deceleration

renouncement and decline

. . .

how ravines in the Rock

of lived life

joy and pain

job and work

in the lamented one of a something

of not repeatable

what has been

of waters it flowed in vain not

between loneliness and silences

of vain words (those yes)

. . .

how roots of Trees

pregnant of lifeblood

of virginal secreted

milky substance of generous breasts

berries and leaves of greenery

tasty fruits

of a virile and feminine

match testicles and ovarian

to the origin of the life

animal and human

. . .

how molecules

in to progress some water

in the becoming

attended and hope

idyll and feeling

interpenetration

infinitesimal trivial details

of an evolution

inexpressible

holistic and philosophical

. . .

how science of the Language

fluctuating in the air

in the breath of human

confirmatory determination

form of thought

interstitial

enunciated

confirmed and disproven

connected

to an extreme theory of sense

. . .

how discipline

of the equilibrium

rationality and separation

approach and aspect of the Form

objective

human experience of the art

what the nature draws (and insignia)

dusts of dunes and rocky mountains

lakes and rivers that to flow some water

it outlines on the numerous Faces

of our existence


of a human experience of living.



HUMAN

(..sulla musica composta per il film omonimo da Armand Amar)


Volti …

come solchi d’aratro nella Terra

letti di fiumi aviti come strade

autostrade

d’un trapassato remoto

che ritorna sulla scia del Tempo

abbandono e risalita

risveglio e guarigione

e poi di nuovo

regresso e decelerazione

rinuncia e declino

. . .

come anfratti nella Roccia

di vita vissuta

gioia e dolore

lavoro e fatica

nel compianto di un qualcosa

d’irripetibile

ch’è stato

d’acque scorse non invano

fra solitudini e silenzi

di parole vane (quelle sì)

. . .

come radici d’Alberi

pregne di linfa vitale

di secretezze verginali

lattea sostanza di generosi seni

bacche e foglie di verzura

frutti saporosi

di un connubio virile e muliebre

testicolare e ovarico

all’origine della vita

animale e antropica

. . .

come molecole

nel progredire dell’Acqua

nel divenire

attesa e speranza

idillio e sentimento

compenetrazione

minuzie infinitesimali

d’una evoluzione

inesprimibile

olistica e filosofica

. . .

come scienza del linguaggio

fluttuante nell’Aria

nel respiro d’umana determinazione

convalidata

forma del pensiero interstiziale

enunciata

confermata e confutata

connessa

congiunta

a un’estrema teoria di senso

. . .

come disciplina dell’equilibrio raggiunto

razionalità e distacco

approccio e aspetto della Forma

oggettiva

sapienziale dell’arte

che la natura disegna (e insegna)

polveri di dune e montagne rocciose

laghi e fiumi che lo scorrere dell’acqua

tratteggia sui numerosi Volti

della nostra esistenza


dell’umana esperienza di vivere.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×