scrivi

Una storia di GioMa46

Virgilio Sieni riscrive la Divina Commedia

... a passi di danza.

72 visualizzazioni

5 minuti

Pubblicato il 16 marzo 2021 in Recensioni

Tags: #Spettacolo #Danza #Arte #Narrativa #Poesia

0

In occasione del 750esimo anniversario della nascita di Dante Alighieri,

Virgilio Sieni riscrive a Firenze la “Divina Commedia” per centocinquantadue danzatori.

Dante Alighieri presenta la sua 'Divina Commedia' .
Dante Alighieri presenta la sua 'Divina Commedia' .

Nell’anno in cui si celebra il 750esimo anniversario della morte di Dante Alighieri e nel mese in cui ricorre il 'Dantedì', che dal 2019 celebra ogni 25 marzo l’inizio del viaggio dantesco, Rai Cultura ha proposto una serata all’insegna di Dante Alighieri in onda sabato 6 marzo scorso su Rai5 per la regia televisiva di Felice Cappa, durante la quale il coreografo Virgilio Sieni ha dato luogo a una rivisitazione coreografica della Divina Commedia. Ballo 1265”, opera del 2015 in cui le tre cantiche - Inferno, Purgatorio e Paradiso - diventano altrettante parti di un ipotetico viaggio sospeso e rivelatore, in cui la danza, spogliato l’individuo dalla materia, lo riveste di forma, per una performance di grandi dimensioni e autentica levatura coreografica, in cui danzatori e comuni cittadini tracciano un itinerario spirituale sulla tessitura ritmica data dalle percussioni ‘live’ eseguite dall’autore Michele Rabbia.

Sandro Botticelli - l'Inferno dantesco.
Sandro Botticelli - l'Inferno dantesco.
Sandro Botticelli - part. dell'Inferno.
Sandro Botticelli - part. dell'Inferno.

In scena complessivamente 152 danzatori, 12 professionisti della Compagnia di Virgilio Sieni e 140 interpreti di tutte le età, quel gruppo di appassionati e studiosi dell’espressività del gesto e del movimento che insieme al coreografo ha svolto le prove all’interno del Tepidarium del Giardino dell’Orticoltura prima di trasferirsi in Palazzo Vecchio per un lavoro cominciato otto mesi prima, anche per riuscire ad assemblare artisti di così differente provenienza e caratura artistica. Tuttavia nulla è stato lasciato al caso né dato per scontato, pensando per l'occasione ad un lavoro originale e quanto mai pertinente con le idee e le accezioni di ‘Commedia’ e ‘Divina’ che furono proprie di Dante Alighieri.


Il risultato conclusivo è un lavoro di studio intorno ai temi danteschi attraverso le parti coreografiche di un viaggio scandite dalla misura dispersa nelle articolazioni dei corpi in sospensione. In cui gli interpreti, dapprima in cammino con passo dolente, nei movimenti ondeggianti dei corpi, avanzano e indietreggiano rapiti da un ritmo costante; successivamente piegandosi sulle ginocchia e risollevandosi all’impiedi, abbandonano gli sguardi smarriti nel tempo e nello spazio; per poi, infine, sollevare astanti le braccia e le mani tremolanti inneggiando a una possibilità di ritrovata pace, lontana dalle guerre che ancora oggi dilaniano il mondo, nello slancio solidale che unisce e vivifica nella sopravvivenza.


Riuniti pur nella loro diversità, scorrono davanti ai nostri occhi le immagini di un unico assieme, ‘corpo e anima’di in un unico popolo festante, per il quale non ha più importanza la diversa provenienza, il colore della pelle, la diversa età, la diversa confessione religiosa, e che ha ritrovato in e nell’altro il ‘punto d’incontro’, quell’abbraccio fraterno che necessita a una recuperata umanità, quella salvifica ‘divina’ esultanza dantesca, nel ritrovare la luce che affranca dalle asperità dell’esistenza. Una grande festa della danza in cui il respiro epico e la dimensione intima s’intrecciano in una partitura che si sviluppa sulla tessitura ritmica delle percussioni in cui i danzatori e il pubblico sono liberi di camminare e sostare intorno allo spazio dell’azione per tutta la durata dello spettacolo in uno scenario che ci riporta indietro di settecentocinquant'anni.


Tanti, quanti sono gli anni che ci separano oggi dalla nascita del nostro ‘visionario' quanto sommo poeta Dante Alighieri.

Sandro Botticelli - Ritratto di Dante Alighieri
Sandro Botticelli - Ritratto di Dante Alighieri
Dante Alighieri nella cop. del libro 'Inferno' di Dan Brown.
Dante Alighieri nella cop. del libro 'Inferno' di Dan Brown.

Ma ahimè nulla sembra averci insegnato se la storia continua a ripetersi sempre uguale a se stessa e nel mondo imperversano le dittature, le guerre fratricide, gli stermini di massa, lo svuotamento energetico e quant’altro cui assistiamo ogni giorno, senza che ci si avveda della compromissione della nostra stessa sopravvivenza …


Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura che la diritta via era smarrita. Hai quanto a dir è cosa dura …”


Recitano i versi del primo canto dell’Inferno dantesco, saremo mai noi in grado di proseguire nel viaggio fino a ritrovar la luce?

Virgilio Sieni - danzatore, coreografo, regista.
Virgilio Sieni - danzatore, coreografo, regista.

Virgilio Sieni,

è danzatore e coreografo italiano, artista attivo in ambito internazionale per le massime istituzioni teatrali, musicali, fondazioni d’arte e musei. La sua ricerca si fonda sull’idea di corpo come luogo di accoglienza delle diversità e come spazio per sviluppare la complessità archeologica del gesto. Crea il suo linguaggio a partire dal concetto di trasmissione e tattilità, con un interesse verso la dimensione aptica e multisensoriale del gesto e dell’individuo, approfondendo i temi della risonanza, della gravità e della moltitudine poetica, politica, scientifica e archeologica del corpo.

Formatosi sulle discipline artistiche e ricerche sui linguaggi del corpo e della danza, approfondisce tecniche di danza moderna, classica, release con Traut Streiff Faggioni, Antonietta Daviso, Katie Duck. Nel 1983, dopo quattro anni di studio sul senso dell’improvvisazione nei linguaggi contemporanei della danza tra Amsterdam, Tokyo e New York, è uno dei fondatori della compagnia Parco Butterfly e nel 1992 crea la Compagnia Virgilio Sieni, affermandosi come uno dei protagonisti della scena contemporanea internazionale.

Dal 2003 dirige a Firenze CANGO Cantieri Goldonetta, Centro Nazionale di Produzione della danza per la ricerca e la trasmissione sui linguaggi del corpo, uno spazio per ospitalità e residenze di artisti, in un programma interdisciplinare tra danza, musica e arti visive. Nel 2007 fonda l’Accademia sull’arte del gesto, nata per creare e approfondire contesti di formazione rivolti a persone di qualsiasi età, provenienza e abilità, sull’idea di comunità del gesto. Sviluppa percorsi nelle città e nei territori fondati sull’idea di partecipazione, ascolto del corpo e rigenerazione del territorio.

Nel 2017 inizia un percorso di condivisione artistica con Mimmo Cuticchio, indagando la relazione tra corpo e marionetta, danza e opera dei pupi che confluisce nello spettacolo Nudità (2018) come momento finale del triennio svolto a Palermo.

Nel 2018 fonda La Scuola sul Gesto e il Paesaggio, un contesto di formazione per approfondire la relazione tra corpo e territorio: dalla natura al gesto e viceversa, dalla memoria del movimento alla creazione di nuove geografie urbane. Fonda e dirige, a seguito di un processo di rigenerazione, uno spazio sito nel Parco delle Cascine, PIA | Palazzina Indiano Arte. L’edificio è sede della scuola ma soprattutto luogo di sosta e laboratorio permanente per danzatori, cittadini, ricercatori, studenti, amatori e pubblico.

Gli è stato assegnato per tre volte il premio UBU (2000, 2003, 2011); nel 2011 il premio Lo Straniero e nel 2013 è stato nominato Chevalier de l’Ordre des Arts et de Lettres dal Ministro della cultura francese.

Nel 2019, riprendendo il percorso decennale di creazione con persone non vedenti-, nasce Danza Cieca, un duetto con Giuseppe Comuniello, uno spettacolo sull’idea di spazio tattile, indagando la relazione percettiva tra gesto e incontro, attesa e tattilità.


https://www.fanpage.it/ cultura/virgilio-sieni


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×