scrivi

Una storia di BeppeGVida

Flaminio Bertone, uno Scultore italiano per Citroen

Era il 2 agosto

182 visualizzazioni

5 minuti

Pubblicato il 23 settembre 2019 in Moda & Design

0


Erano giorni che la pubblicità di una casa automobilistica mi aveva fatto riflettere sull’opportunità di considerare l’acquisto di un modello che già possedevo e lasciare la mia ormai vetusta auto, meritoria di una serena pensione, per l’ottimo servizio nei 100 mila chilometri che ha percorso.

Mi avvio dal concessionario che mi accoglie con grande teatralità e mi fa accomodare. Espongo ciò che mi ha portato dov’ero, fatte le formali premesse passiamo a vedere i modelli in esposizione e dopo aver passato a guardare vetture di più alta cilindrata gli confermo che la mia affezione era per il modello che 12 ani prima mi aveva sedotto.

L’addetto alle vendite che ha avuto la pazienza di espormi con professionalità pregi e convenienze mi chiede come mai insistevo a mantenere la scelta sullo stesso modello, stesso colore stessi interni – non è che potevo simulare che non cambiavo macchina per non far insorgere un reddito occulto -. Simulare la condizione di una persona che ostentava a volersi rappresentare povero per la gente della cittadina e dell’ufficio delle entrate...

A tale curiosità volli soddisfare spiegando che la Citroen C3 mi piacque sin dalla sua uscita dalla casa costruttrice perché era un ridesign della “due cavalli Citroen".

Era stata ripresa dal modello chiamato 2 cavalli un design dell’artista italiano Flaminio Bertone di Varese, che fin dal 1932 era espatriato in Francia. Ora lo onora un museo dedicato sito in via Valverde,2 Varese -. E spiego che la Citroen ha realizzato su progetto di Flaminio Bertone la vettura più bella e importante della sua epoca come la DS 21 e la Pallas 21. Aggiunsi che questo artista sin dal 1932 o su per giù in epoca di poco successiva, lavorava per la casa francese… Dallo stupore alla ripresa del colloquio commerciale.

Prende la commissione mi chiede come voglio pagare la nuova vettura che ammonta a 10 mila Euro dedotto l’importo della mia gloriosa vettura C3 che non mi ha mai deluso in tanti anni di onorato servizio. Mi viene richiesto cosa speravo di ricavare dalla mia che restituivo. A tale domanda dissi mi faccia quello che ritiene equo e mi rateizzi il resto. La risposta è stata: ritiene equo se la valuto 3 mila Euro rispondo affermativamente e ringrazio. A questo punto compila un questionario e per ultimo i miei dati anagrafici…Esibisco la patente la carta d’identità… Ad un certo punto quando si accorge che i prossimi sono 90 di età sobbalza sulla sedie dov’era seduto e dice: signore non possiamo formalizzare questo acquisto rateale lei non ha più l’età, lei deve venire accompagnato… Ma cerco di obiettare come sarebbe a dire…?

Il venditore che fino a quel momento era stato cortese oltre i limiti della creanza si è dimostrato seccato e con un tono irriverente... Francamente ho attribuito tale comportamento derivante dalla delusione per l’apparente perdita di una vendita ma mi sbagliavo. Ho chiesto ragione per il mutamento del suo fare nei miei confronti. Alla mia domanda da sprovveduto come mai ha avuto un mutamento nei miei confronti dal momento che ad ogni richiesta di informazione c’è sempre stata una puntuale garbata risposta. Egli mi ha reso edotto che una persona uomo o donna non fa la differenza che supera una certa età perde ogni forma di credito e deve provvedere attraverso un ente accreditato quale un istituto di credito che rimette la somma non a rate ma in unica soluzione dell’importo pattuito. Allora obiettai che se la finanziaria non dava benestare alla rateazione richiesta, nessuno l’autorizzava ad essere scortese.

Lui si scusò dicendo che dall’apparenza non ha avuto l’impressione che avessi l’età di un uomo che non gode più del credito che è tagliato fuori dal circuito di “fidelity”, da lì un atto di impazienza... Si scusò.

Ricomposto l’incidente mi intrattenne sul tema credito. A persona incensurata e nello specifico il limite di età consentito per garantire la restituzione del prestito erogato a privati non varia dall’entità di acquisto del bene fino a 10 anni al di sotto delle media di longevità fissato dall’Istat risultante della media italiana.

A quel punto obbiettai allora pagherò in contanti. La risposta va bene chiuso l’inconveniente. Domani alla stessa ora di stamattina vengo col denaro contante e poi mi farà la consegna della vettura appena potrà. No mi dice, lei deve autorizzare la sua banca a rimettere l’importo di 7mila Euro intestati alla Multimarche Auto; continuò di seguito ad altri dettagli utili. Io rispondo, comprendendo che ormai ero in una pièce comica. Mi io non ho una banca con la quale opero, ho un vitalizio che mi arriva puntualmente in posta che ho contrattocon un piano di investimenti programmato, così fatto: viene trattenuto il 90 per cento dell’importo erogato e il 10 per cento lo metto su di un libretto postale dal quale attingo il mio fabbisogno settimanale che mi serve per vivere. Io vivo solo non ho né figli né nipoti ho degli aiutanti…

Allora signore non posso darle la vettura che avrebbe scelto perché lei ha preclusa ogni possibilità legale per fare l’acquisto in contanti; per l’acquisto della vettura o un acquisto la legge italiana prevede un massimo di 3mila Euro (2999,00). Conclusione mii venne spiegato che l’importo in contanti, se non tramite un istituto di credito era superiore a quanto è consentito dalle vigenti leggi…

Me ne tornai a casa mi feci accompagnare dal mio autista nel garage della villa nel centro del luogo dove risiedevo la maggior parte dell’anno, dove c’era la mia vecchia automobile, vi salii la misi in moto rispondeva accelerando mi sembrava più bella di quella che avevo visto nel salone di esposizione.


Autore Beppe G. Vida

23 Settembre 2019



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×