scrivi

Una storia di Maricapp

Questa storia è presente nel magazine Racconti brevi e Poesie improvvise

CONFUSION

Tale

184 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 15 dicembre 2018 in Storie d’amore

1

-Invecchieremo insieme-

Riflettè il possente Otello guardando con tenerezza la moglie Desdemona che salutava con fredda gentilezza un raffreddatissimo Cassio e s'infilava con attenzione il fazzoletto ricamato nella lunga manica del vestito di velluto rosso rubino.


-Caro il mio bel luogotenente- penso' la fascinosa Desdemona osservando con occhio critico Cassio, -con me non attacca!-


-Niente male- sussurro' tra sè Emilia osservando compiaciuta Otello -Sicuramente meglio di mio marito, sempre li' ad invidiare, tramare, complottare a destra e a manca, senza degnarmi piu' di uno sguardo-.


-Ah Cassio- Sospiro' Iago neanche tanto velatamente -Se almeno ti accorgessi di me e per una volta, una soltanto, mi sorridessi-. E, con le lacrime agli occhi, raccolto il fazzoletto ricamato sfuggito alla manica di Desdemona, ci si soffio' sonoramente il naso.


-Coglione!- Esclamo' infuriato Otello -Non vedi che è il fazzoletto di mia moglie?- restituiscilo subito!-


-Sempre il solito- Penso' Cassio con un sorriso beffardo, scuotendo la fiera testa adorna di boccoli d'oro. -Se crede che io possa in qualche modo provare anche un briciolo d'affetto per lui è solamente un povero illuso!- E strizzo' l'occhio di nascosto alla procace Emilia.


-In fondo anche se mi concedessi una scappatella non toglierei nulla al mio amore per Desdemona, considerando il fatto che mia moglie è cosi' eterea e freddina, mentre Emilia- ed un filo di saliva gli scese all'angolo del labbro sinistro-, Emilia mi promette tutto con una sola occhiata!-


-Ma porca miseria!- esclamo' Guglielmo lanciando lontano la penna d'oca e rovesciando il calamaio, qui ognuno fa quel che vuole, siamo all'anarchia totale! Basta, mi sono stancato!- Straccio' i fogli riempiti con la calligrafia minuta.

-Da domani si cambia: da ora in avanti solo ragazzi giovani e innocenti che si innamorano, metti caso a Verona e che vivono felici e contenti.-

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×