scrivi

Una storia di IvanBerardi

Questa storia è presente nel magazine Spunti di scrittura: #ildono

Marzapane

Il dono

257 visualizzazioni

5 minuti

Pubblicato il 15 dicembre 2018 in Humor

Tags: #Humor #Natale #Adulti

0



Sto aspettando che Peter esca di casa, io sono già pronto. Ho indosso la cuffia nuova che mi piace troppo, per la verità non è nuova, era di Molly, lei non la vuole più, e se vogliamo essere onesti non sarebbe neppure mia dato che l'aveva data a Peter... ma sta meglio a me...

Abitiamo in una palazzina, il nostro appartamento ne occupa il primo ed il secondo piano.

Le scale che portano nel vialetto di sotto sono protette da grandi vetrate che qualcuno ha lavato proprio questa mattina e quindi brillano nel freddo sole invernale.

Guardo in basso e sul ciglio del vialetto vedo Alan, il nostro vicino, seduto su uno sgabello di legno. È circondato da un insolito assemblaggio di oggetti tra cui spiccano una grossa sacca ed una stufetta a legna. Assumo che abbia deciso di donarli ad uno dei tanti negozi di beneficenza che vendono cose di seconda mano.

Comunque, visto che sono uno riservato, decido di restarmene sul mio pianerottolo ad attendere che Peter si sbrighi. Proprio in quel momento però, Alan alza gli occhi e mi vede, allora lo saluto con la mano e scendo le scale controvoglia andando verso di lui.

Alan e Hannah: sua moglie, sono due arzilli settantenni che vivono in un appartamento specularmente identico al nostro. I nostri balconcini sono affiancati e d'estate capita spesso che la loro gatta decida di passare da noi approfittando delle finestre aperte, solo per restare immancabilmente delusa per la mancanza di offerte idonee ad un'audience felina.

Tra le altre cose, l'insospettabile Alan, che è una persona molto intraprendente, scrive racconti erotici per un magazine online. Ce l'aveva confessato Hannah tutta compiaciuta.

Il suo ultimo progetto è l'inaugurazione di un negozio specializzato nella vendita di marzapane che aprirà a settimane in centro città.

'Buongiorno Alan!' Gli dico con grinta, 'Stai dando questa roba in beneficenza?'

'No, sto aspettando che l'elfo mi venga a prendere.' Risponde serio.

Vede che mi ha perso e allora specifica scusandosi: 'Lo sai no, che gestisco una società di Babbi Natale?'

Vero, mi ricordo adesso, un'altra delle sue diramazioni imprenditoriali.

'Siamo 7 Babbi Natale e 155 elfi!' Alan è ovviamente soddisfatto del suo business.

'Solo in città?' Gli chiedo sorpreso: sembrano tanti.

'No, no, in tutto il Sussex. Oggi tocca a me fare da Babbo Natale, in Duke Street, se sei libero passa a trovarmi.'

'Non credo, sto aspettando Peter per andare al lavoro. Peccato!' Aggiungo senza troppa convinzione, ma sforzandomi di fare la faccina dispiaciuta.

Alan allora apre la sacca per farmene vedere il contenuto.

Non si capisce bene, ma dalla predominanza dei colori: rosso, verde ed oro, non è difficile indovinare che si tratti del suo costume da Babbo Natale e di svariati vestiti da elfo.

Così si spiegano anche gli oggetti che lo stanno circondando: fanno parte della scenografia della grotta. Ci sono la stufetta, un tappeto, due lanterne, delle candele e matasse di stoffa bianca che suppongo debbano passare per neve.

Finalmente Peter ci raggiunge e scherzando chiede ad Alan se stia traslocando, per cui questi gli ripete la stessa storia.

Io; simpatico, infierendo sulla statura di Peter, che è più basso di me, gli suggerisco che se volesse cambiare lavoro potrebbe sempre fare l'elfo per Alan, al che Alan sembra non notare l'ilarità del mio commento ed invita Peter ad unirsi a lui nel caso voglia fare un part time o qualcosa del genere...

Sorvolando, Peter gli chiede se ci siano delle novità a proposito dell'apertura del negozio.

L'idea del marzapane gli era venuta quando lui e Hannah erano andati in vacanza in Sicilia e si erano innamorati delle figurine in pasta di mandorle. L'intraprendente Alan, aveva pensato di approfittare del vuoto nel mercato Inglese per essere il primo ad offrire questa delizia ai palati anglosassoni.

'Sto già parlando con dei maestri siciliani.' Ci dice controllando alle nostre spalle se l'auto dell'elfo che deve venire a prenderlo si stia materializzando all'orizzonte.

'Mi hanno già promesso che mi faranno le figurine del pontile, del Pavillion e anche dell'i360...' Questi sono alcuni dei luoghi iconici della città, 'E magari anche altro!' Aggiunge con un brillare negli occhi un po' reumatici.

'Se fate i bravi vi lascio qualcosa nella posta.' Conclude ridendo ed aggiungendo un: 'Oh Oh Oh!'

Alan si alza: la mini del suo elfo è arrivata e noi gli auguriamo un buon lavoro cominciando a camminare verso il nostro.



Torniamo a casa esausti: sembra che i nostri cari concittadini si siano resi conto solo ora che manca poco al Natale ed abbiano deciso di passare dal nostro negozio, tutti assieme, per gli indispensabili acquisti dell'ultimo minuto. Meglio così.

Apro la porta dell'appartamento e vedo un pacchettino, che essendo stato infilato nella fessura per la posta, ora giace tranquillo tranquillo sulla nostra scarpiera.

Ci togliamo le scarpe ed andiamo in salotto dove apro il pacchetto.

C'è un biglietto: 'Speriamo siano di vostro gradimento! Auguri, Alan e Hannah'

'Che gentile che è stato! Sarà il marzapane che ci ha promesso!' Dico a Peter sentendomi quasi in colpa perché se fosse stato per me questa mattina avrei evitato l'incontro.

Scuoto il pacchetto di carta, all'interno c'è un vassoietto da pasticcini, lo tiro fuori con attenzione e solo allora mi accorgo che difronte a me ci sono quattro piccoli peni in pasta di mandorle che se ne stanno lì, comodi come in una mutanda.

I maestri siciliani non si sono di certo tirati indietro; tutt'altro. Nel riprodurre quelle opere d'arte non hanno tralasciato dettagli sui quali io invece sorvolerò perché non mi sembra il caso: non si sa mai che ci siano occhi delicati...

Così abbiamo ricevuto il nostro primo dono.

Come regalo è un po' un regalo del cazzo. Letteralmente.

Ma va bene così.

Peter ed io ridiamo non sapendo bene da che parte cominciare.

Testa o coda?


Auguri!


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×