scrivi

Una storia di utente_cancellato

Quanti bicchieri servono?

215 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 20 gennaio 2020 in Storie d’amore

0

Quanti bicchieri servono per anestetizzare un dolore? È una vita che cerco di sdebitarmi. È una vita che mi sento in colpa, quando me ne vado. Ormai è così tanto tempo che non mi ricordo neanche più la mia colpa, ricordo solo di essere in debito.


1 bicchiere di vino è salutare


Ho scelto di fare lo psicologo, così posso mettere un orario di inizio ed un orario di fine a tutti quei pesi che devo gestire. Credevo di avere una vocazione, invece poi mi sono reso conto che questo "mio bisogno" di aiutare è una condanna che mi perseguita anche fuori dallo studio, nell'intimo delle mie relazioni di coppia, nell'intimo della mia vita privata. Persino quando sono da solo, nel mio letto.


2 bicchieri di vino aiutano a riscaldarmi


Ho provato con le relazioni, per un periodo è andata molto bene, mi sono sentito accolto e capito ma sin dai primi litigi o appena qualcosa non mi andava bene, mi sentivo in colpa... sono io sbagliato? non so stare con gli altri? eppure perché per chi sta con me è così facile palesare i suoi bisogni, mentre per me è motivo di biasimo e senso di colpa?


3 bicchieri di vino conciliano il sonno

Non passa mai molto tempo al sopraggiungere dell'ansia, la tensione, la paura di non riuscire a far sentire la mia voce e di ritrovarmi intrappolato in una relazione in cui il mio grido è soffocato, troppo profondo per essere udito o peggio ancora, sopportato dall'altro.

Scappare, distruggere, ricominciare. Le uniche soluzioni.


4 bicchieri di vino anestetizzano

Come alla fine di una seduta di psicoterapia "il nostro tempo è finito, ci vediamo al prossimo incontro".

Così ho chiuso relazioni per recuperare fiato e rimettermi in carreggiata, sopportando e accumulando altro senso di colpa.

Ferivo chi mi stava accanto e ferivo me stesso.

Ogni ferita aggiunge un carico e una consapevolezza, questo è vero, ma il prezzo per conoscere la verità è davvero così caro?


Dal 5° bicchiere, non ha più importanza quello che dici

Non so come continuerà tutto questo. Se sarò pronto un giorno ad amare e sentirmi amato come vorrei.

Se individuerò la causa di quel senso di colpa originale e riuscirò a scrollarmelo finalmente dalle spalle.

So solo che ancora oggi mi sento di chiedere scusa. A tutte le donne che hanno attraversato la mia vita, perchè forse avrei potuto dirlo meglio, amare meglio, ascoltare meglio. Mi dispiace di avervi fatto soffrire, ma ho fatto il meglio che potevo con quello che avevo.

E ad oggi, non è ancora abbastanza.


Il 6° bicchiere è per voi, buona vita.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×