scrivi

Una storia di Storiescritte

Come un amore letto sui libri

488 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 23 novembre 2018 in Storie d’amore

Tags: #amore #libri #storiaamore

1

“Amo questo mondo fisico. Amo questa vita insieme a te. E il vento e la campagna. Il cortile, la ghiaia sul vialetto. L'erba. Le notti fresche. Stare a letto al buio e parlare con te”.-

K. Haruf, “Le nostre anime di notte”


Giornate passate a leggere insieme, perdendoci tra le righe delle storie d’amore. Provavamo così di ripetere le vite dei personaggi che ci scorrevano sotto le dita.
Una storia di quelle in cui ti conosci per caso e ti innamori per sbaglio.
Dal modo in cui ci baciavamo, ogni volta sembrava non lo facessimo da tempo.
Ogni volta era così, avevamo un modo di baciarsi tutto nostro: come chi ha paura di perdersi, o chi è felice di essersi ritrovato, ripreso.

Eppure loro eravamo sempre stati lì, l’una accanto all’altro.
Nessuno dei due avrebbe mai lasciato l’altro solo, neanche per un istante. Due figure parallele, viaggiavamo sempre vicini: in qualsiasi situazione c’era sempre uno dei due a supportare l’altro, nel duro percorso della vita. Ci bastavamo così, non avevamo bisogno d’altro.

Probabilmente non perdonerò mai ciò che hai fatto e forse neanche tu mi perdonerai mai per ciò che ho fatto io, ma sappi, che anche se ora non stiamo più insieme, la parte più profonda e pura del mio cuore ti apparterrà fino alla fine dei miei giorni, perché l'amore che ti ho promesso è eterno, e anche se un giorno ci diremo addio, quella parte del mio cuore sarà eternamente occupata da te.
A noi che un addio non ce lo siamo mai detti, perché, effettivamente, non ne avevamo neanche bisogno. Noi, che ci siamo incontrati, ma mai scontrati per davvero.
Che ci siamo scambiati solo belle parole, mentre il cuore l'avevamo rinchiuso ognuno nel proprio cassetto. Come si fa coi sogni.


E forse noi eravamo un sogno.


Non siamo stati nulla di concreto, ma qualcosa è rimasto.
Come quando alla mattina, appena apri gli occhi, cerchi di ricordare quello che hai sognato in quella notte; e l'unica cosa che ne viene fuori è un sorriso.


Chi ama non lascia, chi ama affronta.
Chi ama non sta in silenzio ma dialoga.
Chi ama non manda tutto all'aria ma fa chiarezza.
Chi ama non si abbandona ad altre braccia ma porta rispetto.


L'amore quello vero resiste a tutto, è semplicità e passione, forza, coraggio e sostegno reciproco, tutto questo…chi ama fa i salti mortali per far tornare tutto com'era, punto!


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×