scrivi

Una storia di Mirko9595

La guerra

Linizio

208 visualizzazioni

9 minuti

Pubblicato il 15 novembre 2020 in Avventura

0

Capitolo 1

Nello Spazio Profondo

Nella cittadina Royale, erano tempi diversi, con nemici diversi. Sessanta uomini, i migliori, messi contro più di cinquecento soldati nemici. La loro missione era quella di cacciarli da un ospedale civile, e salvare i poveracci rimasti all’ interno. Riescono a tenere duro per tre giorni, ma i nemici sono troppi. Di quei sessanta ne restano quindici. Ormai sono spacciati, e il nemico lo sa. Evacuano l’ ospedale con il favore della notte, mandando avanti soltanto uno dei loro uomini. Tutti gli altri tornano in prima linea, appostandosi sotto i cadaveri dei loro compagni. Su di loro, lì in attesa, gocciola il sangue dei morti. La sabbia incrosta la loro pelle. Li trasforma… Segnandoli per sempre. Appena il nemico si avvicina, quei quattordici emergono dalla sabbia. Erano come cacciatori invisibili alla preda, pronti ad avventarsi sui nemici intermi. Finite le munizioni, passano ai coltelli. E dopo i coltelli, passano ai pugni. Quando la sabbia torna a terra, solo un nemico è sopravvissuto. Venne ritrovato nel deserto, perso, traumatizzato. Racconta di aver visto uomini talmente potenti e minacciosi da sconfinare nel sovrannaturale. Li chiama “Fantasmi”. È successo per davvero? Così dice la leggenda. Dai, non crederai a queste storie! Sì…. Sì! Su, torniamocene a casa. Andiamo. Svelti. Woah… una scossa. Eh… Vostra madre ne aveva una paura matta. Ancora? Per un po’ sentiremo delle scosse di assestamento. Tutto ad un tratto si alzò il vento. Papà? Torniamo a casa. Meglio controllare che sia tutto a posto. Papà che succede? ODIN… È ODIN. A casa figli miei SUBITO! Occhio! Non è un terremoto! Cosa stai dicendo? Entrate tutti in casa e non muovetevi! Io vado a prendere il furgone! Ma papà… Fallo e basta! Vieni lucky! Che cosa starà succedendo?!? Di qua, Lucky!!! Vieni! Qui fuori non è sicuro.. perché dentro la casa è sicuro?? No ma entra che in qualche modo ci salviamo! Di che parlava papà?!? Cos’è ODIN?!? Dai! Qui tra poco verrà giù tutto. Avevi ragione non era sicuro entrare in casa. Non possiamo morire qui! Vieni! La porta è bloccata! Aiutami! OK. 3, 2, 1… Vai! Controllo ODIN, riscontro positivo sul test di fuoco. Ricevuto, calcolo traiettoria di fuoco. Conner, sono arrivati. Andiamo incontro ai nuovi arrivati. Roger. Portellone C. Shuttle in sequenza d’approccio finale. Portellone C pronto. Non vedo l’ora di tornare a casa. Quanto tempo è passato, 4 mesi? Conner , dammi una mano a scaricare… Nemico al controllo ODIN! Soldati a bordo! ODIN, ripetere contatto! Ripeto, erano sullo shuttle! Controllo ODIN in balia del nemico! Forza…. Conner … Di qua! Dobbiamo muoverci! Ci attaccano! Attenzione! Spara! Sono i federali! La tregua è saltata! Non devono impossessarsi di ODIN! Conner! Occhio! Ce ne sono altri! La cosa interessante è che queste creature si generavano dal nulla continuamente dopo che si esibivano in quotidiane esibizioni di squadra o esercito contro l'altro a difesa di un edificio e la squadra che buttava giù l'edificio dell'altra squadra vinceva. Dopo aver assistito all'incontro i ricercatori chiesero ai personaggi il motivo per il quale della scomparsa e della ricomparsa del luogo e loro risposero che per loro questo luogo è come se fosse una sorta di arena di battaglia e cambia dopo una serie indeterminata di incontri andando a finire in altre zone del pianeta cosi ciclicamente tornando nello stesso luogo circa dopo cent'anni . Quindi i ricercatori decisero di abbandonare il luogo prima cambiasse località. Tornati alla città dopo aver raccontato e documentato tutto ciò che avevano visto vennero considerati come matti e costretti all'esilio. Cominciai a confrontarmi con diversi agenti tedeschi. E scoprì, che non era la prima volta che ciò accadeva. La settimana prima altri due uomini furono uccisi un colpo di pistola, dritto al cuore e quell'uomo non era più con noi. Un brigante forse, uno zingaro in cerca di cibo, o meglio ancora un amico invidioso di ciò che possedeva.Chiunque poteva essere stato. Mi misi ad osservare la scena del delitto, in silenzio, senza destare sospetto. Pezzi di vetro per terra, carta stropicciata e avanzi di cibo nei cestini della spazzatura. Tutto era normale a quanto sembrava, ma il corpo forse no. Chiesi alla polizia di avvicinarmi al cadavere e notai sul piede della vittima, una macchia scura, forse sangue. Gli agenti segreti vennero subito vicino a meno fare interrogativo e scoprirono che quella macchia era sangue. Sangue affetto da una malattia, che lo colora di più scuro. Il signor Evans non soffriva di quella malattia e le analisi stabilirono che quel sangue non apparteneva nemmeno a lui. Le veterane del paese furono interrogate.Scoprimmo che solo un signore si sapeva avesse quella malattia, Mark Gordon, neo-nazista. Insieme al suo complice Josh Kelly era stato colpevole di vari delitti in giro per la città, casualmente tutti di persone ebree. Non ci volle molto per carcerarlo. Venne a sapere che lo stavamo cercando e pochi giorni dopo, confessò tutto alla polizia. Il rimorso di aver ucciso tutte quelle persone? O la voglia di liberarsi un peso di dosso? Questo non lo potrò mai sapere, ma resta il fatto che la giustizia è stata fatta e che i due uomini si faranno un giro in carcere per un bel po'. Un giorno Leila si recò nel bosco per andare a venerare gli dei perché potessero aiutare il paese a superare l’ostacolo.Successivamente gli dei come risposta alle preghiere di Leila inviarono un ammazzadraghi di nome Mozhar. Mozhar era un ragazzo alto e slanciato con spalle possenti, addominali scolpiti occhi azzurri oceanini e capelli lunghi biondi. L’ammazzadraghi si recò nel vulcano. Non sa cosa succederà, ma sa cosa è successo. Seduta nello scompartimento 6 della settima carrozza dell’intercity 681, cerca di non riflettere. La schiena fa ancora tremendamente male e la sua mente sa che non passerà in fretta. Non vuole chiudere gli occhi per niente al mondo. Sa che semmai lo facesse, ritornerebbe in quella stessa stanza e il dolore alla schiena sarebbe l’ultimo dei suoi problemi. Le mani sorreggono la testa e coprono il volto. Odia tutto dei treni: il rumore, l’odore dei freni e persino la fastidiosissima luce giallognola del suo scompartimento. Bersaglio… Los Angeles… agganciato… San Diego.. agganciato.. Phoenix… agganciato. Bersaglio.. agganciato… Bersaglio… Miami.. agganciato.. Vittime previste… Oltre 27 milioni… Oh merda…! ODIN sta attacando! Stanno trasmettendo nuove coordinate alle Salve 2, 3 e 4. Non c’è scelta. Distruggeremo la stazione. Mi spiace, Conner. Ricevuto muoviamoci! Andiamo tutti in un aerea sicura! Nel nostro magazzino è rinforzato! Seguimi! Detonazione tra 3, 2, 1…. Attenzione! ODIN? ODIN? Mi ricevete? Houston, qui è conner. Sono qui con Alfa. Oh mio Dio… Ok, Conner. Puntamento Salve ODIN 3 e 4 annullato. Ma non la Salva 2. Puntamento. San Francisco, Denver, Kansas City, Chicago, Washington D.C. Baker, non è finita. Raggiungiamo ODIN e abbattiamolo. Mi sa che non torneremo a casa. Alfa, quanti gradi fuori asse per destabilizzarlo? Conner 23 gradi… Ma i propulsori di manovra non rispondono. Hartman 23 gradi… Butteremo quel coso nell’ oceano. Aiutami ad aprire il serbatoio. Alfa, pannello rimosso. Fate saltare il carburante! Conner, sentito cosa ha detto Alfa? Spara! Merda! Ti tengo, Conner! Pensa a sparare! Alfa, 15 gradi… 23 gradi… Sì! Basterà a farlo precipitare nello spazio! Specialista Mosley? Kyra?!? Ho perso il contatto con il centro controllo ODIN. Ripeto segnale controllo ODIN perduto. Ok. 3, 2, 1…. VAI! Dai! Nostro padre è andato a prendere il furgone! da qualche parte ci sta aspettando cerchiamolo! Passa! Presto! Corri , vedrai che ce la faremo!!! Per quella casa!!! Saltiamo! Dobbiamo salire di sopra! Corri, corri! Attento! Conner?!? Alfa?!? Conner?!? Tutto bene? Papà?!? Stiamo bene! Figli miei saltate sul furgone!!! Portalo su! Portalo subito su! È percoloso stare in questa città dobbiamo andarcene! Vedrai che andrà tutto bene. Resistete. L’ascesa della Federazione ha avuto inizio anni fa. Durante la distruzione dei deserti ricchi di risorse ha portato al declino delle potenze mondiali che dipendevano da essi. E così, la Federazione si è imposta. Poi i Federali hanno occupato tutto il Sudamerica, lasciandosi alle spalle una scia di distruzioni mentre si spingevano sempre più a nord. Dopo che ci hanno rivolto ODIN contro di noi, la Federazione è arrivata alla nostra porta di casa, pronta al colpo di grazia. Ci credevano deboli, prede ormai sottomesse. Noi abbiamo tenuto duro, portando il conflitto a una condizione di stallo. Qui, nella Terra di nessuno, ogni giorno ci stringiamo i denti contro un nemico implacabile e immensamente più forte. 15 anni dopo….hangar 6, ci siete? Conner… Alfa? Uh… Sì, ci siamo. In ascolto…. abbiamo novità. Qualcuno stanotte ha invaso Galles. Il comando vuole subito un controllo al Muro. Superstiti? Nessuno. Non ti ho svegliato. Stavi dormendo come un bambino. Calmati, ascolta…. Simba fiuta qualcosa. Prendi la tua attrezzatura. Squadra 3, siete vicini? No. Siamo fuori. Avete notato qualcosa? Simba sì. Controlliamo. Ok. Vi daremo un’ uscita. Di qua. Coprimi. Vieni Simba. Libero, andiamo. Li sento vicini… Apri la porta a destra ho sentito qualcosa provenire da li dentro. Situazione? Era solo un’animale. Tutto tranquillo. Ok. Ci spostiamo al punto Argento, ricevuto? Arriviamo. Ci vediamo al Muro, Stiamo uscendo. Ok. Eccola…Si regge ancora in piedi. Ehi. Colonello. La zona è sicura? Più o meno. Manca questo lato del muro e ci siamo. A sinistra, rapidi. Ci vediamo al benzinaio. Ehi, Simba… Controlla.Sentito? C’è qualcuno. Aspetta Simba. Se parte all’attacco, spariamo. Uccidili! Simba, vai! Simba, ferma! Ho visto un’altra pattuglia Federale. È già la sesta volta. Contatto con un’altra squadra Federale. Appuntamento a Overland, dobbiamo riunirci. Stiamo arrivando. Simba, qui. Ci stanno ammazzando i civili! Andiamo, andiamo! Simba, vai! Di qua. Simba, segui. Contatto federale al Muro! Servono più rinforzi, immediatamente! Ripeto, siamo sotto attacco!!! Ok segnaliamo con fumo rosso! Verso il Muro! Vieni Simba! Simba, qui! Vieni, Simba! Alleati al fumogeno rosso! Simba, qui! Ne arrivano altri! Vieni, Simba! Di qua. Simba. Connen prende un lanciarazzi e abbatte gli elicotteri, noi ti copriamo! Calma, Simba. Simba, vai! Connen! Colpisce l’elicottero con i missili guidati! Colonello Davis, al trasporto. Alfa. Procuro un trasporto. Connen, copre le spalle ad Alfa mentre l’elicottero è stato abbattuto. Dai connen. 20 minuti dopo… A Fort Santa Monica. Ehi Simba! Eccoci, colonello. Simba, ferma. Dai, cerchiamo il vecchio. Papà! Ho saputo dell’ attacco. Voi state bene? Ovvio. Seguitemi. Papà, giustiziavano i nostri civili… Lo so.. Rastrellano sciacalli e sbandati, sperando di scoprire come entrare in città. È così che hanno occupato Galles. Che possiamo fare?!? Papà? Ragazzi, ascoltate… Siete l’ unica cosa che mi resta al mondo… Senti, papà… Ma anche gli unici di cui mi sono sempre fidato. In ogni caso, io e connen… siamo pronti. Vi mando nella Terra di Nessuno. Papà, siamo pronti! Siamo sulla difensiva da troppo tempo. Ho deciso di mandarvi oltre il Muro. Vi unite ad una squadra di ricognizione, spierete il nemico e tornerete qui tutti interi. Dove di preciso? In un posto dove siete cresciuti. A casa.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×