scrivi

Una storia di GaetanoScotto

Lettera dall'inferno

Non hai scelta, o mi prendi o mi lasci

479 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 20 dicembre 2018 in Storie d’amore

Tags: #lettera #Inferno #Story #Storytelling

0

Ti chiedo solo di non scrivermi, prolungheremmo solo questa lunga e lenta agonia. Il mio messaggio, o per meglio dire questa mia lettera virtuale, è rivolta solo ed unicamente a te.

Sono stati mesi intensi ed una citazione li descrive al meglio: "quest'odi et amo ci ha schiacciato come cimici". L'avresti mai detto che sarebbe finita così? Io si, mi piacciono le cose complicate. Mi piace rendere la vita difficile, a me e a chi mi sta intorno.


Stavolta però ho esagerato, e mi prendo tutte le conseguenze del caso, come è giusto che sia. Ho commesso così tanti errori che mi riuscirebbe difficile contarli sulle dita delle mani. Questo sono io, o mi prendi o mi lasci. Così diceva Barnes nell'ultima puntata di How I Met Your Mother, te l'ho ripetuto spesso.

Mi rivedo molto in questa frase, anche se questa volta a lasciare sono stato io.


Ti ho detto di essermi scocciato, non proprio così, ma il senso resta quello. La realtà è però diversa, ogni qual volta mi sono reso conto che potesse nascere qualcosa in più, o nei momenti di troppa "intesa", ho preferito spegnere il tutto sul nascere.

Non l'ho fatto per cattiveria, neanche per bontà, ma solo perché questa non è la mia strada. Non è ciò che serve a me.


Si, sono stato egoista. Non so cosa mi sia preso, ma nonostante io sapessi che i tuoi sentimenti ci andassero di mezzo, mi sono fatto prendere dalle mie "voglie".

Ed ho sbagliato, perché sapevo che non mi sarei mai fatto sentire, che non ti avrei mai scritto e anche che tu te la saresti presa. Questo è stato solo l'ultimo errore, quella goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Tu, così buona, che hai raccolto l'oceano a forza di perdonarmi. Non meritavi e non meriti tutto ciò.


In tutto questo casino capisco la tua delusione, capisco la tua rabbia, ma più che scusarmi non posso far nulla. Sono fatto così, o mi prendi o mi lasci, ma stavolta a lasciare sono stato io.

Non te, ma me stesso. Ciao

- Tratto da lettera vera


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×